Cultura
Musica

Un'opera di Marco Tiraboschi nella prima raccolta di composizioni per bercandeon

Il brano dell'artista erbuschese è stato selezionato tra centinaia da tutto il mondo.

Un'opera di Marco Tiraboschi nella prima raccolta di composizioni per bercandeon
Cultura Sebino e Franciacorta, 14 Ottobre 2021 ore 15:25

Un riconoscimento importante che premia il talento del compositore Marco Tiraboschi e, al contempo, dà lustro anche alla comunità erbuschese, dove risiede. Un’opera scritta dal musicista è stata infatti selezionata per la prima raccolta internazionale di composizioni per bercandeon, il nuovo strumento musicale ideato da Fiorenzo Bernasconi e prodotto a partire dal 2011.

Un'opera di Marco Tiraboschi nella prima raccolta di composizioni per bercandeon

La raccolta, intitolata "The magic bercandeon", è pubblicata all’interno della collana "Doremidolare. Strumenti per fare", distribuita da Amazon. Contiene ventidue brani selezionati tra centinaia provenienti da tutto il mondo, ispirati al celebre romanzo di Thomas Mann "La montagna incantata". Nel volume, introdotto dal noto musicologo Renzo Cresti, Marco Tiraboschi è presente con la composizione "Ascension".  "Nel brano mi sono ispirato principalmente alla metafora dell’ascesa alla montagna come bildung, una sorta di percorso formativo - ha spiegato il musicista - L’atmosfera è meditativa. Ho immaginato il bercandeon come un individuo che si confronta con il proprio io più profondo nella suggestione dell’imponenza delle Alpi e la confortante accoglienza di una chiesetta di montagna".

Un artista eclettico

Marco Tiraboschi, fondatore e direttore artistico del festival Etno-Tracce in Franciacorta, è un artista eclettico. Diplomato in chitarra classica al Conservatorio "Luca Marenzio" di Brescia, successivamente si è dedicato al jazz e ad altri generi musicali, studiando con grandi chitarristi italiani e stranieri; dopo una lunga esperienza musicale in Grecia, rientrato in Italia ha diffuso nella sua città, Brescia, l’oud, il bouzuki e la musica mediterranea. Ha inoltre realizzato numerosi progetti nel filone della musica etnica, alcuni dei quali sostenuti dall’Unione Europea.
Attingendo a elementi dalla musica contemporanea, dei Balcani, del medio oriente e dal jazz, persegue un’idea basata sulla fusione multiculturale che trascenda stili e tecniche, per focalizzarsi sulla formazione di un linguaggio d’arte personale ed emotivamente comunicativo. La sua musica si ispira al viaggio, alla natura, alla filosofia e alla poesia.

Necrologie