Cultura

Un castiglionese alla coppa d'Europa della boulangerie

Matteo Manuini - insegnate al Don Bottoglia - sarà in Ottobre in gara a Nantes

Un castiglionese alla coppa d'Europa della boulangerie
Cultura Alto Mantovano, 03 Maggio 2019 ore 13:00
Un castiglionese alla coppa d'Europa della boulangerie, Matteo Manuini - insegnate al Cfp Fondazione don Mario Bottoglia - sarà in gara a Nantes

Manuini

Brescia e Mantova unite nel talento di Matteo Manuini, nato nel 1983 a Calvisano, ma ormai castiglionese d’adozione. Nel comune dei Gonzaga Manuini, infatti, si è formato al Cfp Fondazione Casa del Giovane don Mario Bottoglia.
Manuini lo scorso anno ha sostenuto l’esame per entrare a far parte della prestigiosa Richemont Club, un’organizzazione internazionale – senza scopo di lucro – che sostiene l’attività dei suoi soci nell’ambito della panificazione e della pasticceria.
Manuini sostiene l’esame ed entra nel prestigioso club e da qui il suo talento viene notato e nasce il progetto che lo vedrà protagonista alla Coppa d’Europa della Boulangerie. «Una gara importate che si svolge a Nantes, in Francia, nel mese di ottobre». Manuni fa parte di una squadra al cui fianco ci sono Bruno Andreoletti e Nicholas Tecchioli. «Si lavora in squadra e siamo chiamati, in sette ore, a realizzare brioches, di sei gusti diversi – e chiaramente il croissant è una delle sei varietà da realizzare; sei diversi tipi pane – e la baguette è la regina della prova; a cui si aggiunge la prova con il pezzo artistico. Una bella sfida».
Una vera gara insomma. «Sono figlio di fornai e sono cresciuto con questa passione. Qui a scuola ho la possibilità di lavorare e sperimentare e ora con questa esperienza non posso che contribuire alla mia crescita». Una gara e una competizione che meritano un coach d’eccezione che risponde al nome di Federico Zucchi, «una vera istituzione che ci sta dando molto. Gli allenamenti infatti sono già iniziati da tempo».
Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie