Cultura
Brescia

Secondo appuntamento per “Storie Bresciane”: “Ricostruire l’Italia, ricostruire l’economia”

Dopo il successo del primo appuntamento, il ciclo prosegue il 21 febbraio alle 17.30 al Teatro Sancarlino

Secondo appuntamento per “Storie Bresciane”:  “Ricostruire l’Italia, ricostruire l’economia”
Cultura Brescia, 17 Febbraio 2022 ore 13:17

"Ricostruire l’Italia, ricostruire l’economia" è l'incontro condotto da Giulio Sapelli che ha insegnato Storia economica ed Economia Politica presso l’Università Statale di Milano e importanti università europee, delle due Americhe e australiane. L’incontro vedrà l'attrice monteclarense Silvia Quarantini leggere alcuni testi e documenti di riferimento.

Rinnovato successo per “Storie Bresciane”

Prosegue la seconda edizione di Storie Bresciane, il ciclo di lezioni storiche promosso da Centro Teatrale Bresciano in collaborazione con Provincia di Brescia e Comune di Brescia, con il patrocinio di Regione Lombardia, che propone, attraverso sei incontri di alto profilo culturale, un articolato approfondimento della storia di Brescia. Affidato al coordinamento scientifico del professor Roberto Chiarini, il ciclo d’incontri è intitolato “1945-1963: La Ripartenza. La ricostruzione dell’Italia e di Brescia nel dopoguerra” ed è dedicato a indagare il tema della ripartenza dell’Italia e della città di Brescia secondo varie prospettive: economica, sociale, politica, di costume, urbanistica, con un focus dedicato a due personalità particolarmente rappresentative dello spirito di rinascita della nostra città dalle macerie della guerra: il sindaco Bruno Boni e padre Ottorino Marcolini. Dopo il successo del primo appuntamento, il ciclo prosegue il 21 febbraio alle 17.30 al Teatro Sancarlino di Brescia (Corso Matteotti, 5) con “Ricostruire l’Italia, ricostruire l’economia” condotto da Giulio Sapelli che ha insegnato Storia economica ed Economia Politica presso l’Università Statale di Milano e importanti università europee, delle due Americhe e australiane. Ha inoltre lavorato come consulente e formatore e consigliere di amministrazione presso grandi gruppi industriali e finanziari. Le sue opere sono state tradotte in tutto il mondo. Dal 2021 è presidente della Fondazione Maria Letizia e Manlio Germozzi  costituita da Confartigianato Impresa. L’incontro illustrerà come in Italia le grandi ondate della crescita, non solo economica, ma anche politica e civile, sono sempre state sovradeterminate dall’inserzione del mercato economico e del sistema politico italiano nei grandi cicli dell’economia e della geopolitica mondiale. Il secondo dopoguerra in Italia segna l’inizio dell’età repubblicana e democratica e insieme l’inserzione nel ciclo capitalistico mondiale di un sistema sempre posto a mezzo tra il centro e la periferia dell’accumulazione. Ciò avviene soprattutto grazie agli investimenti esteri diretti Usa, sotto la forma di “piani finanziari“ di ricostruzione della domanda interna e delle infrastrutture distrutte dalla guerra, che si configurano come i volani della crescita dei sistemi multiformi delle imprese, dominate dal catalizzatore delle Partecipazioni Statali. I cambiamenti di quegli anni sono stati decisivi per contrassegnare sia le tare sia le potenzialità del sistema economico italiano. L’incontro vedrà l'attrice monteclarense Silvia Quarantini leggere alcuni testi e documenti di riferimento. L’ingresso a tutti gli appuntamenti è libero fino a esaurimento dei posti disponibili con prenotazione obbligatoria sul sito www.centroteatralebresciano.it. Per informazioni: 0302928617; info@centroteatralebresciano.it.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie