Menu
Cerca
santo patrono

San Fedele, al via i festeggiamenti a Palazzolo sull’Oglio

Un'occasione di riflessione, ma anche per coltivare "quella nuova prospettiva collettiva, quella dimensione di socialità e comunità" che l'anno del Covid ha portato a riscoprire.

San Fedele, al via i festeggiamenti a Palazzolo sull’Oglio
Cultura Sebino e Franciacorta, 24 Aprile 2021 ore 09:22

Hanno preso il via ieri, con il vespro solenne e la consegna dei ceri alla Città e alle quattro parrocchie dell’unità pastolare, i festeggiamenti per San Fedele, Santo patrono di Palazzolo sull’Oglio. Un’occasione di riflessione, ma anche per coltivare “quella nuova prospettiva collettiva, quella dimensione di socialità e comunità ” che l’anno del Covid ha portato a riscoprire.

5 foto Sfoglia la gallery

San Fedele, al via i festeggiamenti a Palazzolo sull’Oglio

Una serata intensa, sia a livello spirituale che di comunità. Le celebrazioni di San Fedele, che dureranno fino al 25 maggio, si sono aperte ieri con la Messa in Santa Maria Assunta, la chiesa principale dell’Unione Pastorale che da due anni ha riunito le quattro parrocchie della Città (Sacro Cuore, San Rocco e San Giuseppe). Durante la liturgia, presieduta dal parrocco don Paolo Salvadori e dal vicario zonale don Giovanni Cominardi, non è mancato il tradizionale gesto simbolico: il sindaco Gabriele Zanni ha consegnato ai rappresentanti delle quattro realtà e del Comune un cero, simbolo di una sinergia sottolineata anche nel suo discorso.

“Abbiamo trascorso un anno che rimarrà drammaticamente impresso nella storia generale e indivuale di ognuno di noi – ha esordito – Non posso onestamente dire che tutto è andato bene, non ho ancora ben capito se ne stiamo uscendo meglio o peggio di come ci siamo entrati. Abbiamo però sperimentato gesti di straordinaria generosità e partecipato alla sofferenza di molti che a volte nemmeno conoscevamo. Non so se ne siamo usciti meglio, ma sono cosapevole che abbiamo riscoperto la necessità di una prospettiva collettiva, di socialità e comunictà che ricosonosce il dipendere gli uni dagli altri e il poter contare su chi mi sta vicino. mentre prima si dava per scontato il poter essere in tutto e per tutto autonomi. I benefici per tutti vengono dalla collaborazione e non dalla competizione o dall’isolamento”.

Il programma

I festeggiamenti per il patrono si terranno fino alla fine di maggio. Da segnalare nel ricco programma sono due appuntamenti.

  • il 13 maggio, alle 20, il vescovo don Pierantonio Tremolada inaugurerà i lavori di restauro del Santuario della Madonna di Lourdes
  • il 14 maggio, alle 17, presso la “Casa della musica”  si terrà la cerimonia di consegna dei riconoscimenti civici “Città di Palazzolo sull’Oglio” e della benemerenze

 

Necrologie