Pierluigi Beschi: quando una passione si trasforma in arte

Pierluigi Beschi: quando una passione si trasforma in arte
29 Settembre 2016 ore 12:51

Montichiari e Firenze due città diverse per tradizione e cultura ma legate da qualcosa che le rende uniche. Nel capoluogo toscano, culla dell’artigianato più raffinato, si respira incredibilmente anche un po’ d’aria monteclarense e le eccellenze della nostra città sono apprezzate da tutti. Stiamo parlando delle carrozze artigianali di Pierluigi Beschi (nella foto), creazioni esclusive che sono state scelte ed acquistate dai vetturini fiorentini e si possono ammirare in piazza della Signoria e d e l Duomo dove trasportano visitatori ammaliati dalla bellezza della città, culla del Rinascimento e dalla passeggiata sopra uno dei mezzi più romantici di tutti i tempi. Pierluigi Beschi ha iniziato la sua attività come operaio tornitore dello zio Giovanni Beschi e poi come titolare di bottega ma è stata la sua grande passione per i cavalli a trasfo rmarlo nello straordinario artigiano che è oggi. «La passione per i cavalli» ci racconta «l’ho sempre avuta fin da piccolo. Gli altri bambini amavano i cani e i gatti e io sognavo di possedere un cavallo»


Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia