Menu
Cerca

Pasquetta all'aria aperta, le idee sul lago di Garda

Pasquetta all'aria aperta, le idee sul lago di Garda
Cultura 13 Aprile 2017 ore 09:52

Una Pasquetta all'insegna dell'aria aperta quella prevista sul lago, dove sono state organizzate numerose iniziative per il Lunedì dell'Angelo. A guidare la vasta gamma di opportunità per le famiglie gardesane sono le varie cacce al tesoro botaniche, che coinvolgono 4 location della sponda bresciana: il Giardino Botanico «A. Heller» di Gardone Riviera e il parco del Vittoriale degli Italiani, l'Isola del Garda a S. Felice del Benaco ed infine la Rocca di Lonato. Organizzata dal network Grandi Giardini Italiani, la Caccia al Tesoro Botanico diventa l'occasione per unire l'attenzione per l'ambiente a un gioco coinvolgente alla scoperta di piante e fiori. Per gli adulti invece sono previste visite guidate alla scoperta dei giardini, con degustazioni di vini e mostre d’arte.

Sempre a tema arboreo, Piazza Betteloni di Peschiera ospita «Centerbe» un mercatino dedicato alle erbe aromatiche, cosmesi naturale e gastronomia di tutti i tipi. Oltre agli acquisti, spazio anche a laboratori per bambini e a imparare come riconoscere le erbe spontanee più comuni commestibili.

Sulla sponda veronese, a Lazise verrà allestito un vero e proprio villaggio di bancarelle pasquali, così come nella vicina Bardolino, con degustazioni di olio e vino, spettacoli musicali e una mostra mercato dell’artigianato e dei prodotti gastronomici tradizionali.

Per gli amanti del vino che magari non hanno potuto partecipare a Vinitaly, l'entroterra veronese offre il 65° Palio del Recioto e dell'Amarone. Negrar come ogni anno ospita la tradizionale manifestazione enogastronomica dei vini della Valpollicella da sabato 15 a martedì 18 aprile. Per una Pasquetta culturale, tra i musei aperti spicca il Vittoriale e il Divino Infante di Gardone, ma anche altri meno conosciuti come Museo dell’olio a Cisano di Bardolino, il Museo del Risorgimento di Villafranca, quelli archeologici di Desenzano, dove si trova l’aratro più antico del mondo, o quello di Salò con all'interno la Museo della Follia.


Necrologie