Cultura
curiosita'

Nel "De Viris Illustribus" degli iseani ben 85 personalità di spicco

Il lavoro realizzato dalla Commissione biblioteca raccoglie biografie lungo quasi duemila anni di storia

Nel "De Viris Illustribus" degli iseani ben 85 personalità di spicco
Cultura Sebino e Franciacorta, 27 Marzo 2022 ore 12:32

Il progetto avviato dalla Commissione Biblioteca presieduta da Michele Consoli per la realizzazione dell'Albo d'oro degli iseani ha riscosso grande successo. Raccolte le biografie di 85 personalità di spicco tra imprenditori, filantropi, politici, sacerdoti e non solo.

Nel "De Viris Illustribus" degli iseani ben 85 personalità di spicco

Nel "De Viris Illustribus" Cornelio Nepote raccolse, intorno al primo secolo avanti Cristo, le biografie degli "uomini illustri" dell’antica Roma. Dai sovrani ai comandanti dell’esercito, dai poeti agli oratori, di cui ha narrato le vite, le imprese e le virtù. Anche Iseo negli ultimi mesi si è dotata di un suo (se così lo si vuol chiamare) "De Viris Illustribus", o per chiamarlo secondo le intenzioni della Commissione biblioteca che ci ha lavorato, di un suo "Albo d’oro degli iseani".

Si tratta di un elenco di 85 personaggi del paese che hanno lasciato un segno, più o meno grande, in vari ambiti, dallo sport alla politica, dalla cultura all’imprenditoria. Gli ultimi iseani d’oro su cui si sono concentrati gli sforzi di ricerca della biblioteca e del presidente Michele Consoli sono stati, tra gli altri, Vittorio Fusari, Vigo Nulli e Gino Uberti.

"L'elenco iniziale che avevamo pensato di realizzare con le biografie era intorno ai 40 personaggi, mentre invece ne sono saltati fuori 85 - ha spiegato Consoli - Ciò significa che qualcosa di nuovo abbiamo scoperto. Si tratta di un lavoro sicuramente corposo, che non resterà sui social".

L'intenzione è di pubblicare il materiale raccolto tramite la realizzazione delle biografie e, perché no, realizzare un nuovo Quaderno della biblioteca.

"L'auspicio è che chi verrà dopo di noi possa proseguire, integrando il materiale delle biografie, magari correggerle anche, ma ampliando la ricerca - ha proseguito Consoli - C’è poi da dire che siamo stati agevolati dal fatto che Iseo ha sempre avuto una grande produzione storiografica. A Iseo si è sempre scritto tanto e l’attenzione per la storia locale è ampia. Gabriele Rosa è stato uno dei nomi tutelari della disciplina della storia locale, ma anche in tempi recenti abbiamo avuto gli Enzo Quarenghi e i Tino Bino, gli Attilio e Alfredo Zani e l'Uspaa. E poi, da non dimenticare, c'è anche chi sostiene e patrocina queste iniziative".

La ricerca degli "uomini illustri" che compongono l’Albo d’oro degli iseani abbraccia tutti i secoli: il primo è un romano, di cui si conserva una lapide nell'ortaia di Santa Giulia, appartenente alla gens Fabia. Mentre i più "giovani" sono i nati nel Novecento, tra cui anche Alessandro Bona e Giorgio Zuccoli, per citare altri nomi.

"E' un lavoro che sicuramente è piaciuto: alcune biografie hanno raggiunto anche le 7mila e le 9mila persone sui social, come nel caso di Zuccoli e di Giacomo Oldofredi - ha concluso il presidente della Commissione biblioteca - E' stata anche un'occasione per conoscere tante persone, tra chi ha messo a disposizione archivi e foto e chi ha suggerito personalità sulle quali fare ricerca. Un sentito ringraziamento va a tutti coloro che hanno contribuito a questo corposo lavoro, iniziato quasi per scherzo nel 2020, alla Commissione biblioteca e alla delegata alla Cultura Cristina De Llera, che hanno creduto nel progetto".

Seguici sui nostri canali
Necrologie