mano tesa dalla parrocchia

Manerbio, l’aula studio riapre in oratorio

L’aula studio autogestita riparte... fra le mura dell’oratorio. Dopo l’interruzione dovuta all’emergenza sanitaria, è ripartita l’esperienza di autogestione delle aule studio da parte degli studenti mNNon essendo ancora disponibili, a causa delle norme covid, gli spazi della biblioteca, i giovani hanno trovato gli spazi necessari per dedicarsi in tranquillità allo studio nel centro giovanile.

Manerbio, l’aula studio riapre in oratorio
Bassa, 02 Novembre 2020 ore 09:41

L’aula studio autogestita riparte… fra le mura dell’oratorio. Dopo l’interruzione dovuta all’emergenza sanitaria, è ripartita l’esperienza di autogestione delle aule studio da parte degli studenti manerbiesi. Non essendo ancora disponibili, a causa delle norme covid, gli spazi della biblioteca, i giovani hanno trovato gli spazi necessari per dedicarsi in tranquillità allo studio all’interno delle aule del centro giovanile.

L’aula studio riapre… in oratorio

La disponibilità della parrocchia nel mettere a disposizione gli spazi è stata contraccambiata dai ragazzi con un atteggiamento di responsabilità. È stato infatti messo a punto un regolamento che garantisce la possibilità di studiare in sicurezza attraverso il rispetto del distanziamento fisico e il tracciamento di presenze e contatti.

«Comprendiamo la difficoltà della situazione, per questo siamo decisi a portare avanti questa esperienza nel più assoluto rispetto delle norme – ha commentato Luca Baiguera, uno dei giovani studenti che ha preso parte all’iniziativa – La possibilità di poter avere uno spazio in cui dedicarsi allo studio è importante per noi universitari, il minimo che possiamo fare è essere responsabili e riconoscenti verso la parrocchia».

Dall’Amministrazione

Non ha mancato di esprimere la sua soddisfazione per la soluzione trovata nemmeno Gabriele Zilioli, consigliere comunale che ha dato avvio all’autogestione nel dicembre del 2018.

«L’esperienza degli scorsi mesi non ha solo offerto a tanti studenti la possibilità di prepararsi al meglio per gli esami: ha creato anche legami umani che hanno permesso il lavoro di squadra senza il quale non sarebbe stato possibile questo risultato – ha esordito il giovane amministratore – Come Comune ci impegneremo a garantire risorse economiche per l’oratorio, anche per sostenere i costi indiretti dell’aula studio che, a causa delle norme vigenti, non può tornare nella sua sede naturale: la nostra biblioteca».

Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia