Lonato commemora i caduti di Nikolajewka

Celebrata questa mattina la ricorrenza

Lonato commemora i caduti di Nikolajewka
09 Febbraio 2020 ore 13:12

Lonato del Garda ha celebrato stamattina la ricorrenza, per tenere viva la memoria, per onorare il valore dei concittadini, per trasmettere il senso civico.

La commemorazione della battaglia di Nikolajewka

3 foto Sfoglia la gallery

Sono passati 77 anni e si continua solennemente a ricordare. Era il 26 gennaio del 1943 quando oltre 40mila soldati italiani del Corpo d’Armata Alpini persero la vita durante la battaglia di Nikolajewka, nel corso della Seconda Guerra Mondiale.

Dopo l’alzabandiera alla sede del Gruppo, si è sfilato per le vie del paese. Quindi si è svolta la Messa in basilica ed un ampio corteo si è fermato in piazza Martiri della Libertà per la deposizione delle corone d’alloro ai Caduti, e per ascoltare i discorsi delle autorità.

La ricorrenza quest’anno è stata ulteriormente importante, poiché caratterizzata dalla toccante consegna della piastrina del soldato disperso Alberto Toselli a suo figlio, residente a Lonato, il signor Angelo Toselli.

Presenti il sindaco Roberto Tardani e il vicesindaco di Remedello, paese da cui Toselli proveniva,  Elisa Galuppini. La piastrina originale è stata recuperata dal lonatese Christian Abate nel corso di un viaggio di lavoro, per un fortuito incontro e grazie alla sua passione per la storia. Un racconto emozionante, una testimonianza viva. Toselli dalla Russia non fece mai ritorno, ma oggi la sua presenza è ancora più forte.

TORNA ALLA HOME PAGE