Menu
Cerca
Orzinuovi

Lo stendardo di Vincenzo Foppa tornerà a Orzinuovi

Dopo la pestilenza del 1500 lo stendardo tornerà in città

Lo stendardo di Vincenzo Foppa tornerà a Orzinuovi
Cultura Bassa, 30 Maggio 2021 ore 10:20

Sarà proprio Orzinuovi che accenderà la fiamma della Cultura 2023: lo stendardo di Vincenzo Foppa farà ritorno in città il prossimo anno.

Lo stendardo del Foppa tornerà in città

Una coincidenza o forse semplicemente destino, dato che la tela di Foppa, dipinta a olio da entrambi i lati e ora costudita al Tosio Martinengo a Brescia era stata commissionata dalla comunità degli orceani per scongiurare le pestilenze nell’anno 1514, con lo scopo di essere portata in pompa magna nelle processioni a garanzia di protezione da parte dei Santi Bernardino da Siena, Sebastiano e Rocco.
Il dipinto tornerà a Orzinuovi per «aprire» l’anno della cultura nel 2022.
Un progetto, dedicato interamente all’arte e alla cultura, che è stato proposto alla Giunta dal professore storico Roberto Consolandi, orceano, che teneva a far rinascere la cultura nella propria città e che ha ricevuto l’approvazione del sindaco Gianpietro Maffoni e dell’assessore alla Cultura Carlo Lombardi.
«Nel 2023 Bergamo e Brescia diventeranno capitali della cultura, una promozione delle due città che sono state fortemente colpite dal Covid - ha spiegato Lombardi - Orzinuovi verrà inserito in questo contesto il prossimo anno e avremo l’onore di avere una grande mostra in città che durerà per mesi. Foppa era il più importante pittore del ‘500, aveva dipinto un prestigioso stendardo per la nostra città che adesso è custodito a Brescia alla Fondazione Martinengo».

Lo stendardo verrà portato in città con una cerimonia religiosa.

Il telo arriverà alla rocca, dove poi rimarrà esposto per qualche mese, con una cerimonia al lume di candela e con tutte le lenzuola esposte dai balconi, proprio come si faceva in tempi lontani.
«Ci saranno poi, sempre esposte alla Rocca altre opere prestigiose - ha continuato Lombardi - Non solo di Foppa ma anche di altri artisti importanti. Un grande orgoglio per tutti noi per il quale vogliamo ringraziare il professor Consolandi. Questo sarà l’evento che aprirà per la capitale della cultura e per noi è un onore».
Il sindaco Maffoni si è detto molto orgoglioso.
«Abbiamo approvato un progetto che prevede questa mostra dello stendardo del Foppa che verrà ospitata nella nostra Rocca San Giorgio, insieme ad altre opere realizzate nel 1500 - ha commentato - Sono molto contento di poter avere di nuovo, seppur per breve tempo, lo stendardo di Foppa: un’opera bellissima e di grande valore per la nostra comunità. Una curiosa coincidenza il fatto che tornerà da noi proprio dopo tutto quello che è successo, soprattutto poiché era stato realizzato per scongiurare la peste che aveva flagellato la nostra comunità ben 500 anni fa. Si tratterà di una mostra importante a livello nazionale che metterà in risalto la nostra comunità».
Il progetto è stato approvato e adesso inizierà tutto l’iter.
«Orzinuovi sicuramente nel 2023 sarà protagonista in altre realtà ma anche a livello nazionale - ha concluso il primo cittadino - Un grazie al professor Roberto Consolandi, che è l'ideatore e l'ispiratore di questa mostra. La notizia è che è stato approvato finalmente il progetto per realizzare l'importante manifestazione, la prima pietra per poter costruire qualcosa di importante».

Necrologie