Menu
Cerca

Le nomination agli Oscar 2017 (italiani compresi)

Le nomination agli Oscar 2017 (italiani compresi)
Cultura 25 Gennaio 2017 ore 11:05

Come ci si poteva aspettare e come era stato per i Golden Globes, a fare incetta di nomination agli Oscar 2017 è stato La La Land. Il musical in versione cinematografica, diretto da Damien Chazelle, per un soffio non ha segnato un nuovo record di candidature raggiungendo le quattordici ricevute in passato solo dal colossal Titanic e da Eva contro Eva. I diretti inseguitori sono Arrival Moonlight con otto candidature e La battaglia di Hacksaw Ridge con sei. L’annuncio è avvenuto il 24 gennaio in diretta streaming, con la speciale partecipazione di Brie Larson, Jennifer Hudson, Emmanuel Lubezki, Ken Watanabe e Jason Reitman che hanno fatto da padrini e madrine insieme al presidente dell’Academy of Motion Picture Arts and Sciences (società che assegna le statuette), Cheryl Boone Isaacs. La cerimonia che proclamerà i vincitori, giunta ormai alla sua 89esima edizione, sarà il 26 febbraio allo splendido Dolby Theatre di Hollywood. In totale saranno nove quest’anno le pellicole che punteranno al titolo più ambito di miglior film, una battaglia davvero agguerrita.

Nomination da record. All’alba di queste nuove nomination, qualunque cosa succeda nella cerimonia di febbraio, il 2017 ha già eletto il suo vincitore. Che altro dire sulla rivelazione dell’anno La La Land. La storia dell’ascesa al successo del pianista jazz Sebastian (Ryan Gosling) e l’attrice Mia (Emma Stone) ha appassionato anche la critica più esigente degli Awards, conquistando appunto quattordici nomination sulle ventiquattro disponibili (diciassette se scartiamo quelle rivolte a categorie diverse di film). Ma a segnare un record c’è anche Maryl Streep, che, dopo aver fatto parlare di sé per il discorso anti-Trump della cerimonia dei Globes, ha conquistato la ventesima nomination della carriera come miglior attrice nel film Florence. Più triste è invece il record conquistato da Kevin O’Connell, regista de La battaglia di Hacksaw Ridge, che con ben ventuno nomination (compresa quella di quest’anno) non ha mai vinto una statuetta e che anche quest’anno, con la concorrenza di La La Land, rischia di restare all’asciutto.

Un po’ di Italia. A far conquistare una nomination ad un italiano è stata, invece, la nuova categoria che riguarda i documentari. Senza alcun titolo fra le candidature per i migliori film stranieri, ad avere una possibilità di conquistare l’ambitissimo premio è stato il capolavoro di Gianfranco Rosi, Fuocoammare. Il toccante docu-film fonde le esperienze di vita quotidiana di alcuni abitanti di Lampedusa con la tragica emergenza migranti che ormai da anni vive l’siola. Un modo anche per far conoscere al mondo la tragica situazione che vivono Paesi che si affacciano sul Mediterraneo come il nostro. Un’altra voce tutta made in Italy, che tra i media è passata un po’ inosservata, è stata la candidatura per il make-up designer piemontese Alessandro Bertolazzi per il film Suicide Squad. Il truccatore ha lavorato in diverse occasioni per produzioni holliwoodiane trasformando per esempio Javier Bardem nel cattivo di Skyfall o Naomi Watts nella superstite di uno tsunami in The Impossible.

Le sorprese. Premesso che quest’anno non sembra ci siano sorprese eclatanti, ci sono due o tre chicche interessanti. Per esempio, dopo che, negli ultimi anni, l’Accademy era stata accusata di razzismo per la mancanza di attori di colore nelle nomination, l’andamento è cambiato. Sono infatti sei fra attori e attrici i nominati neri di quest’anno. Si fa notare soprattutto il comparto rosa, con Ruth Negga un po’ a sorpresa fra le migliori protagoniste, Viola Davis, Naomie Harris e Octavia Spencer nella commovente storia di rivincita tutta al femminile con Il diritto di contare (nominato anche come miglior film). Ma le vere sorprese di questa edizione riguardano le due candidature del film Passenger, che nelle sale ha riscosso un’affluenza bassissima, e per 13 Hours: The Secret Soldiers of Benghazi di Michael Bay.

 

Ecco tutte le nomination:

 

MIGLIOR FILM

Arrival – Denis Villeneuve

La battaglia di Hacksaw Ridge – Mel Gibson

Il diritto di contare – Theodore Melfi

Lion-Viaggio verso casa – Garth Davis

Moonlight – Barry Jenkins

Hell or High Water – David Mackenzie

Manchester By The Sea – Kenneth Lonergan

Barriere – Denzel Washington

La La Land – Damien Chazelle

 

MIGLIOR REGISTA

Damien Chazelle – La La Land

Barry Jenkins – Moonlight

Kenneth Lonergan – Manchester by the Sea

Denis Villeneuve – Arrival

Mel Gibson – La battaglia di Hacksaw Ridge

 

MIGLIOR ATTORE PROTAGONISTA

Casey Affleck – Manchester by the Sea

Denzel Washington – Barriere

Andrew Garfield – La battaglia di Hacksaw Ridge

Ryan Gosling – La La Land

Viggo Mortensen – Captain Fantastic

 

MIGLIOR ATTRICE PROTAGONISTA

Emma Stone – La La Land

Natalie Portman – Jackie

Isabelle Huppert – Elle

Meryl Streep – Florence

Ruth Negga – Loving

 

MIGLIOR ATTORE NON PROTAGONISTA

Mahershala Ali – Moonlight

Jeff Bridges – Hell or High Water

Dev Patel – Lion-Viaggio verso casa

Lucas Hedges – Manchester by the Sea

Michael Shannon – Animali notturni

 

MIGLIOR ATTRICE NON PROTAGONISTA

Viola Davis – Barriere

Michelle Williams – Manchester by the Sea

Naomie Harris – Moonlight

Nicole Kidman – Lion-Viaggio verso casa

Octavia Spencer – Il diritto di contare

 

MIGLIOR FILM D’ANIMAZIONE

Kubo e la Spada Magica

Oceania

La Mia Vita da Zucchina

La Tartaruga Rossa

Zootropolis

 

MIGLIORI EFFETTI VISIVI

Deepwater – Inferno sull’oceano

Doctor Strange

Il Libro della Giungla

Kubo e la Spada Magica

Rogue One: A Star Wars Story

 

MIGLIOR SCENEGGIATURA NON ORIGINALE

Moonlight – Barry Jenkins, Tarell McCraney

Arrival – Eric Heisserer

Lion-Viaggio verso casa – Luke Davies

Barriere – August Wilson

Il diritto di contare – Allison Schroeder, Theodore Melfi

 

MIGLIOR SCENEGGIATURA ORIGINALE

La La Land – Damien Chazelle

Manchester by the Sea – Kenneth Lonergan

Hell or High Water – Taylor Sheridan

The Lobster – Efthymis Filippou, Yorgos Lanthimos

20th Century Women – Mike Mills

 

MIGLIOR FOTOGRAFIA

Linus Sandgren – La La Land

Bradford Young – Arrival

Greig Fraser – Lion

James Laxton – Moonlight

Rodrigo Prieto – Silence

 

MIGLIORI COSTUMI

Allied – Joanna Johnston

Animali fantastici e dove trovarli – Colleen Atwood

Florence – Consolata Boyle

Jackie – Madeline Fontaine

La La Land – Mary Zophres

 

MIGLIOR MONTAGGIO

La La Land – Tom Cross

Moonlight – Joi McMillon, Nat Sanders

La battaglia di Hacksaw Ridge – John Gilbert

Arrival – Joe Walker

Hell or High Water – Jake Roberts

 

MIGLIOR COLONNA SONORA

La La Land – Justin Hurwitz

Lion – Dustin O’Halloran and Hauschka

Moonlight – Nicholas Britell

Jackie – Mica Levi

Passengers – Thomas Newman

 

MIGLIOR CANZONE

Audition (The Fools Who Dream) – La La Land

City of Stars – La La Land

How Far I’ll Go – Oceania

Can’t Stop the Feeling – Trolls

The Empty Chair – Jim: The James Foley Story

 

MIGLIOR MAKE-UP

Suicide Squad – Alessandro Bertolazzi

A Man Called Ove – Love Larson and Eva Con Bahr

Star Trek Beyond – S. Anne Carroll and Joel Harlow

 

MIGLIOR DIREZIONE ARTISTICA

Animali Fantastici e dove trovarli – Stuart Craig, James Hambige, Anna Pinnock

Ave, Cesare! – Jess Gonchor, Nancy Haigh

La La Land – David Wasco, Sandy Reynolds-Wasco

Arrival – Patrice Vermette

Passengers – Guy Hendrix Dyas

 

MIGLIOR CORTOMETRAGGIO ANIMATO

Blind Vaysha

Borrowed Time

Pear Cider and Cigarettes

Pearl

Piper

 

MIGLIOR DOCUMENTARIO (LUNGOMETRAGGIO)

Fuocoammare

I Am Not Your Negro

Life, Animated

O.J.: Made in America

13th

 

MIGLIOR DOCUMENTARIO (CORTOMETRAGGIO):

Extremist

4.1 Miles

Joe’s Violin

Watani: My Homeland

The White Helmets

 

MIGLIOR FILM IN LINGUA STRANIERA

Tanna – Australia

Land of Mine – Danimarca

Vi presento Toni Erdmann – Germania

Il cliente – Iran

A Man Called Ove – Svezia

 

MIGLIOR MONTAGGIO SONORO

Arrival

Deepwater – Inferno sull’oceano

La battaglia di Hacksaw Ridge

La La Land

Sully

 

MIGLIORI EFFETTI SONORI

Arrival

La battaglia di Hacksaw Ridge

La La Land

Rogue One: A Star Wars Story

13 Hours: The Secret Soldiers of Benghazi

 

MIGLIORI SCENOGRAFIE

Arrival

Animali Fantastici e dove trovarli

Ave, Cesare!

La La Land

Passengers

 

MIGLIOR FILM CORTO (LIVE ACTION)

Ennemis Intérieurs

Timecode

Silent Nights

La Femme et la TGV

Sing


Necrologie