La rosa d’Annunzio è ora parte del roseto al Vittoriale degli Italiani

Al Vittoriale degli Italiani messa a dimora della nuova rosa dedicata a Gabriele d'Annunzio nell'ambito della festa "Di porpora così fulgida".

La rosa d’Annunzio è ora parte del roseto al Vittoriale degli Italiani
Garda, 21 Settembre 2019 ore 19:25

Simbolica messa a dimora della «rosa d’Annunzio» nel roseto del Vittoriale degli Italiani oggi (sabato 21 settembre).

L – Odo -rosa

Alla rosa è ora dedicato un progetto di recupero dal nome «L -Odo – rosa» che si sviluppa  con la creazione di una «rete internazionale della Rosa» nel Roseto del Vittoriale, attraverso l’innesto di diverse specie provenienti da dodici paesi del Mondo legati al Poeta. Quest’opera di recupero è stata inaugurata oggi in occasione della festa «Di porpora così fulgida» al Vittoriale degli Italiani, attraverso la simbolica messa a dimora della prima Rosa d’Annunzio: una specie creata in anni di tentativi e innesti. Dotata di un attestato ufficiale, verrà distribuita in tutto il mondo e, con essa, il nome e la memoria del Vate.

La giornata ha avuto inizio alle 10 con la tavola rotonda:  «È l’immortale rosa – Arti, storia, natura, architettura del paesaggio». Previsto l’intervento di relatori internazionali focalizzati sul tema della presenza della rosa nel mondo e delle arti.

Alle 15, dopo la messa a dimora della Rosa d’Annunzio, sono stati affrontati altri temi: alla presenza dell’assessore all’Educazione, Scuola, Università e Ricerca di Trieste Angela Barni, del presidente del Consiglio Regionale Abruzzo Lorenzo Sospiri  e del sindaco di Pescara Carlo Masci, il presidente  Giordano Bruno Guerri ha ripercorso le iniziative avviate in entrambe le città per i 100 anni dell’impresa di Fiume.

La giornata è stata poi arricchita da un tocco d’arte con l’inaugurazione della nuova mostra ospitata a Villa Mirabella, un omaggio a d’Annunzio di Piero Gauli, pittore e scenografo scomparso nel 2012, dal titolo «Piero Gauli – Cento disegni rossi per Gabriele d’Annunzio».

Il sipario è calato nel giardino di Villa Mirabella brindando con e al nuovo vino Franciacorta «Disobbedisco», tributo al Vate creato dalla cantina di Simone Maiolini. Il tutto accompagnato dalla banda di Salò e da quella di Rosolina Mare.

TORNA ALLA HOMEPAGE

Video più visti
Foto più viste
Top news regionali
Il mondo che vorrei
Amici della neve