Menu
Cerca
sebino

La Banda di Iseo celebra i lavoratori dello spettacolo

Un video pubblicato in rete, proprio nel giorno in cui si celebra la Festa dei lavoratori, per ricordarne tutte le lotte per i diritti.

Cultura Sebino e Franciacorta, 01 Maggio 2021 ore 12:14

 

Il Primo maggio in tutti i Paesi del mondo si celebra la Festa dei lavoratori per ricordarne tutte le lotte per i diritti. Tra i settori più colpiti in questo periodo c’è sicuramente quello dei lavoratori dello spettacolo ed è proprio per esprimere vicinanza a questa categoria di professionisti (musicisti, cantanti, attori, presentatori, ma anche a tutti coloro che lavorano dietro le quinte come tecnici, registi, sceneggiatori, costumisti e organizzatori) che la Banda cittadina di Iseo ha deciso di realizzare un video che verrà pubblicato in rete, sulla pagina Facebook del sodalizio e non solo, proprio domani, 1 maggio.

La Banda di Iseo celebra i lavoratori dello spettacolo

Si tratta di un video in cui alcuni artisti hanno sottolineato l’importanza di poter tornare sul palcoscenico, per ricominciare a fare il proprio lavoro, per lasciar fluire la musica e perché l’Arte è sopravvivenza. Si tratta di Andrea Bragiotto e Barbara Fasol, Charlie Cinelli, Sam Delacroix, Elodea, Alan Farrington, Greta Lamay, Riccardo Maffoni, Jury Magliolo, Alice Olivari e Roberto Tagliani.
Nel video la Banda diretta dal maestro Costanzo Manza eseguirà l’Inno dei lavoratori, un canto operaio composto e musicato in Italia nella primavera del 1886. L’inno era stato commissionato a Filippo Turati, mentre la musica è attribuita a Zenone Mattei, anche se alcuni studiosi sostengono che in realtà fu opera di Amintore Galli, al quale Turati l’aveva chiesta per un altro testo.
Perché l’inno avesse fortuna, occorreva una musica orecchiabile, semplice, gradevole e facilmente memorizzabile: i canti facevano infatti parte sempre più di un rituale ben preciso in campo politico, insieme all’uso di bandiere e simboli; nei cortei rappresentavano una forma di aggregazione e di appartenenza molto più solida dei discorsi. All’orecchiabilità del brano contribuisce anche la parte musicale di Galli, la cui passione per le atmosfere bandistiche traspare fin dalla prima nota.

Data la situazione di emergenza sanitaria, per realizzare il video ai suonatori è stata inviata una base con il «tick in cuffia» e ognuno si è poi ripreso da casa con lo smartphone. Tutte le clip sono state unite e sincronizzate dai tecnici del sodalizio e il momento magico è quando si accendono tutte le tracce musicali e ogni strumento solista si unisce agli altri per generare il suono unico e compatto del gruppo.

L’intervento

«Il testo è di grande impatto evocativo, guarda al nuovo secolo che si affaccia all’orizzonte come a quello del riscatto ed è proprio con questo “corteo virtuale” che l’1 maggio vi invitiamo ad alzare il volume sul mondo del lavoro e dello spettacolo – hanno spiegato dalla Banda cittadina di Iseo – Ogni cosa è sudor nostro, noi disfar, rifar possiamo; la consegna sia: sorgiamo troppo lungo fu il dolor».
La base musicale che fa da sottofondo alla presentazione di Franca Cerveni e agli artisti si intitola «Work Day» ed è stata composta e prodotta da Nicola Agostini, suonatore e consigliere della Banda.
L’appuntamento per celebrare il lavoro, il mondo dello spettacolo e la vita è per domani, sabato, Festa dei lavoratori.

Necrologie