Manerbio

Il guerriero di Flero al museo di Manerbio

Nella sua tomba un corredo celtico preziosissimo che aprirà alla conoscenza di nuovi mondi

Il guerriero di Flero al museo di Manerbio
Cultura Bassa, 19 Dicembre 2020 ore 16:33

Presentato oggi in streaming dalla pagina ufficiale Facebook del museo alla presenza della curatrice Elena Baiguera, dell’assessore alla Cultura del Comune di Manerbio Fabrizio Bosio, del vicepresidente Archeoclub di Manerbio nonché curatore onorario del museo Maurizio Cavaciocchi

Il guerriero di Flero al museo di Manerbio

La tomba del guerriero è un prezioso corredo funerario della seconda metà del III secolo a.C., fatta di reperti perlopiù in ferro, ornamenti e oggetti per la cura del corpo. Tra questi anche un esempio di vasellame di epoca etrusca, l’umbone, la spada ritorta nel suo fodero (simbolo del legame tra l’uomo e la sua arma) e una interessante panoplia tipica delle sepolture di un guerriero. Tutti i reperti fragili, facilmente deteriorabili col tempo, ma sopravvissuti e restaurati a dovere, sono tornati alla luce per essere ammirati.

Le indagini archeologiche erano però andate in scena nel 2007 nei pressi di Cascina Freddi a Flero, che avevano portato alla luce una piccola necropoli di quattro sepolture, quella del guerriero era quella di maggior pregio.

La tomba a incinerazione diretta è stata restituita alla comunità fedelmente a come è stata ritrovata, ponendo anche molti interrogativi per alcune anomalie emerse, ma è di certo motivo fondamentale per proseguire con altri studi e offrire un tassello alla storia.

I lavori sono ultimati nelle scorse settimane e l’investimento si aggira intorno ai 10mila euro, coperto per un 70 per cento da un contributo di Regione Lombardia col bando musei 2019/2020, il restante 30 per cento dal Comune di Manerbio.

 

Elena Baiguera curatrice Museo di Manerbio
Elena Baiguera curatrice Museo di Manerbio

 

“Un ringraziamento all’archeoclub, alla Soprintendenza archeologica di Brescia e di Bergamo – ha commentato Elena Baiguera curatrice del museo manerbiese e ha osservato rispetto al ritrovamento – Il guerriero ci apre un mondo sulla conoscenza della cultura cenomane”

 

I laboratori

Per far conoscere questo grande rinvenimento erano previste delle attività didattiche all’interno del museo che per restrizioni da Dpcm sono state annullate dal vivo ma rese disponibili in modo digitale. Chi lo volesse conoscere la tomba del guerriero infatti potrà partecipare ai laboratori online mercoledì 23 dicembre o martedì 29 dicembre alle 16 (attività rivolta a bambini di età compresa tra i 6 e i 10 anni. Iscrizioni obbligatorie entro il 15 dicembre via mail: pandora.didattica@libero.it – info al 3394916349)

Locandina
Locandina
Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità