Menu
Cerca
Chiari (ma non solo)

Il divertimento direttamente a casa grazie al Museo

Le famiglie potranno scaricare l’opuscolo gratuitamente e cimentarsi nelle attività ludico-laboratoriali alla scoperta di antiche storie.

Il divertimento direttamente a casa grazie al Museo
Cultura Bassa, 22 Aprile 2021 ore 17:30

Si chiama Archeologo anch’io ed è la nuova iniziativa lanciata dal Comune di Chiari in collaborazione con la Sezione Archeologica.

Il divertimento direttamente a casa grazie al Museo

Non si può andare al Museo? Poco importa se così si può dire, le attività arrivano direttamente a casa.
«Possiamo viaggiare solo leggendo, oppure anche vedendo le magnificenze delle nostre città e dei paesaggi illesi. Ma non tutte le civiltà sono visibili. Per restituire la vita e rivedere quanto si è trasformato in strati sotto i nostri piedi, serve l’archeologo che sa smontare le azioni umane come le bacchette nel gioco dello Shanghai». E proprio con la frase di Andrea Carandini, il Comune di Chiari e il Museo hanno lanciato un nuovo e divertentissimo gioco.

«Care bambine e cari bambini, care famiglie, sono stati mesi molto complessi e difficoltosi, la nostra vita e le nostre abitudini hanno subìto molti cambiamenti, la situazione grave di emergenza sanitaria ha sconvolto le nostre giornate e abbiamo tutti dovuto rinunciare alle attività che rendevano bella la nostra quotidianità – ha spiegato l’assessore alla Cultura e alle Politiche giovanili, Chiara Facchetti – La programmazione culturale del Comune di Chiari ha anch’essa dovuto subire una lunga sospensione di ciò cheaveva organizzato, con un conseguente profondo senso di tristezza per l’impossibilità di offrire a bambini, ragazzi e famiglie le tante esperienze ipotizzate. L’Amministrazione comunale ha fatto in questi mesi quanto possibile per adattarsi alla situazione e proporre comunque delle offerte culturali alternative, che potessero essere svolte nel rispetto delle misure di sicurezza imposte».
Anche la Sezione Archeologica del Museo della Città, infatti, in questi lunghi mesi di situazione di emergenza sanitaria, si è sempre impegnata per non far mancare proposte e iniziative online o direttamente a domicilio, come ad esempio il Memory Museum, il Gioca Museo, l’Archeocaccia al Tesoro-Digital Edition, oppure ancora le avventurose Storie dal Museo. Operazione dieci candeline.

«È stato importante mantenere anche a distanza un legame tra la Città e questa significativa realtà culturale della nostra comunità – ha proseguito Facchetti – Anche con le attività che con questo opuscolo proponiamo vorremmo portare nelle vostre case un pezzetto del Museo della Città e dell’esperienza dell’archeologia, che ci permette di realizzare tanti viaggi pur rimanendo nello stesso luogo, nella speranza di poter riprendere le attività della Sezione Archeologica in presenza e in sicurezza molto presto. Buon lavoro a tutti i piccoli archeologi e piccole archeologhe e buon divertimento!».

Il nuovo gioco

Ad entrare nel dettaglio dell’iniziativa è stata la curatrice del Museo, Irene Paderno.

«Archeologo anch’io è un opuscolo che propone cinque attività di impronta ludico-laboratoriale attraverso cui bambini e famiglie possono sperimentare alcuni aspetti e pratiche proprie della scienza archeologica direttamente da casa – ha spiegato – La prolungata chiusura del Museo, dovuta alle indicazioni per il contenimento del contagio da Coronavirus, non ha impedito al museo e, in particolare, alla sua Sezione Archeologica di raggiungere nuovamente le case di tutti coloro che sono soliti frequentare il complesso sito in piazza Zanardelli. Ancora una volta il Museo si è fatto piccolo piccolo, trasformandosi in un prodotto che, superando ogni tipo di pandemia, si propone nella forma di un breve manuale pratico che permette a tutti di diventare archeologi (almeno per qualche giorno!)».
Infatti nelle pagine di cui si compone l’opuscolo proposte attività attraverso cui bambini e famiglie possono sperimentare temi che riguardano la metodologia della ricerca archeologica (tipo e uso delle fonti storiche, formazione
della stratigrafia archeologica, concetto di cronologia assoluta e relativa), praticare una vera e propria operazione di scavo e cimentarsi nella ricostruzione di reperti ceramici.

Come fare

In autonomia, da casa, le famiglie potranno scaricare gratuitamente l’opuscolo dal sito internet della Biblioteca Fausto Sabeo di Chiari (al link https://opac.provincia.brescia.it/library/chiari/archeologo/), stampare il materiale e svolgere le attività come ricostruire una storia a partire dai diversi tipi di fonti, scavare un biscotto recuperando i reperti (le gocce di cioccolato) oppure ricostruire conteninitori ceramici pervenuti in stato frammentario. Al termine delle esperienze archeologiche, le famiglie potranno documentare tutto scattando fotografie che da inviare direttamente al Museo della Città (museo@comune.chiari.brescia.it) che si occuperà di realizzare un album digitale da condividere attraverso i canali social del Comune di Chiari. Inoltre, l’Amministrazione ha pensato di donare 30 copie a stampa dell’opuscolo alle prime famiglie che si metteranno in gioco e decideranno di affrontare tre semplici ma curiosi quiz.

Cliccando al link https://forms.gle/rJPgZZzLtykZmy949 sarà disponibile un modulo online da compilare per giocare e risolvere gli indovinelli: è attivo dalle 16 di ieri, giovedì, e lo sarà fino alle 21 di domenica 25.

A seguito della chiusura del gioco (a partire da lunedì 26 aprile), i partecipanti saranno informati via email circa l’esito della loro partecipazione. Le prime 30 famiglie che avranno risposto correttamente ai tre quiz proposti riceveranno indicazioni dettagliate per il ritiro dell’opuscolo Archeologo anch’io
L’evento è inserito nel calendario delle iniziative di Chiari Prima Capitale Italiana del Libro.

Necrologie