IL COMUNE DI MONTICHIARI COMPIE 850 ANNI: SI FA FESTA

IL COMUNE DI MONTICHIARI COMPIE 850 ANNI: SI FA FESTA
Cultura 11 Gennaio 2017 ore 17:22

LA DECISIONE E LA COMUNICAZIONE DELL'ASSESSORATO ALLA CULTURA DEL COMUNE DI MONTICHIARI ORA SONO UFFICIALI: TANTE LE INIZIATIVE PER GLI 850 ANNI DEL COMUNE

Correva l'anno 1167 (850 anni fa esatti) quando i conti Longhi, potenti possidenti e feudatari fin dal X secolo della zona a cavallo tra Brescia e Mantova concedevano agli “homines de Montechiaro” i diritti feudali di circa metà del loro contado: è in questa data che viene ufficialmente fatta risalire la nascita del Comune della Bassa, oggi il terzo per popolazione della provincia di Brescia. È un avvenimento importante che non può passare sotto silenzio: per questo l'Assessorato alla Cultura, con il sostegno della giunta comunale, ha deciso di fare uno strappo alla regola “anticipando” al 23 aprile (data che sancisce la fondazione del Comune) l'avvio delle celebrazioni del Maggio Monteclarense, la tradizionale iniziativa culturale legata al santo patrono che richiama ogni anno migliaia di persone a Montichiari. “Perché questa scelta? Semplice: non capita tutti i giorni di celebrare un avvenimento così importante che pure è ancora misconosciuto o totalmente ignorato da molti nostri concittadini – afferma Basilio Rodella, Vicesindaco con delega alla Cultura – e il nostro obiettivo è far sì che tutta la popolazione sia resa edotta delle proprie origini di Comunità Laboriosa e Operosa. Per questo ci siamo già mossi con celerità al fine di recuperare, se possibile, una copia del documento originale che sancisce la nascita del Comune di cui diversi storici, tra cui Oreste Foffa, fanno menzione in alcune loro pubblicazioni. Daremo vita, nella stessa occasione, ad un convegno ed alla presentazione di un volume legato al territorio di Montichiari per poi procedere con l'pertura ufficiale delle iniziative del Maggio Monteclarense. Stiamo mettendo a punto il programma dei numerosi eventi che – preannuncia Rodella – saranno ancora più numerosi degli anni scorsi. Fare cultura, a nostro giudizio, è anche recuperare alla memoria la storia del paese perché solo conoscendolo a fondo è possibile costruire un futuro solido, senza campanilismi sterili, ma in un clima di concordia”. E i fuochi d'artificio della sera patronale? “Posso assicurare fin d'ora che non mancheranno – conclude'Assessore alla Cultura – come non mancheranno le tante altre iniziative “classiche”, rese possibili dal grande ed encomiabile lavoro di numerosi volontari, a partire da quelli della Pro Loco Montichiari che ringrazio sentitamente in anticipo”. Ancora un poco di attesa, pertanto, e sarà svelato il fitto calendario targato Maggio Monteclarense.


Necrologie