teatro

I costumi di Giampaolo Tirelli in scena sul palco dell'Orfeo

Il costumista e scenografo di Verolavecchia ha firmato la prima mantovana dell'opera.

I costumi di Giampaolo Tirelli in scena sul palco dell'Orfeo
Cultura Bassa, 22 Agosto 2021 ore 10:35

«La cultura è un bene comune primario come l'acqua; i teatri le biblioteche i cinema sono come tanti acquedotti»: così ripeteva il famoso direttore d’orchestra Claudio Abbado e del resto è inevitabile parlare di cultura quando si parla di teatro. Un ambiente caro a  Giampaolo Tirelli, scenografo e costumista di Verolavecchia, le cui creazioni ieri sera hanno reso indimenticabile la prima dell'Orfeo, andata in scena nella bella cornice di Palazzo Te, a Mantova.

I costumi di Giampaolo Tirelli in scena sul palco dell'Orfeo

Prima opera andata in scena del compositore Claudio Monteverdi, eseguita nel 1607 a Mantova in occasione del periodo carnevalesco, è ascrivibile all’inizio del Barocco musicale, periodo prediletto da Tirelli (che è anche membro dell'associazione L'Orfeo) che sempre si è lasciato vincere dall’amore per quest’epoca sfarzosa ed affascinante. «Il mio amore per questo periodo storico è nato sui banchi di scuola – ci aveva raccontato Tirelli, che per L’Orfeo ha realizzato costumi e scenografie - Durante una lezione di musica la professoressa ha proposto l’ascolto di un brano barocco, da quel momento ho iniziato ad appassionarmi. Trovo che l’eleganza e la moda del periodo barocco siano estremamente affascinanti, per questo mi sono dedicato allla produzione di costumi essenzialmente di quell’epoca».

4 foto Sfoglia la gallery

La forza vitale del teatro sta proprio in una rappresentazione scenica capace di trasportare l’uditore in un altro luogo, in un altro tempo grazie non solo all’arte degli attori, ma anche ai costumi ed alle scenografie che sono parte integrante e necessaria dell’opera. E così è stato sabato quando il sipario si è aperto mostrando sfarzo e colori, ambienti barocchi costruiti con sapienza e passione: "un'opera nell'opera" che porta la firma di Verolavecchia.

Necrologie