Grandi numeri per i filosofi sull’Oglio

Grandi numeri per i filosofi sull’Oglio
30 Luglio 2016 ore 11:16

Si è chiusa con il segno più l’undicesima edizione del festival Filosofi lungo l’Oglio, l’appuntamento estivo lungo le rive del fiume Oglio con i più grandi esponenti del pensiero contemporaneo, promosso dalla Fondazione Filosofi lungo l’Oglio. Sono state 21.000 le presenze registrate nei 22 incontri che si sono tenuti nelle province di Brescia e Cremona, nell’arco di 42 giorni a partire dal 5 giugno fino al 17 luglio. «Un risultato straordinario – ha dichiarato Francesca Nodari – se si pensa anche all’aumento delle proposte culturali nel periodo estivo e alla concomitanza di eventi come gli Europei di calcio o “The Floating Piers” che ha catalizzato l’attenzione del territorio bresciano e avrebbe potuto portare ad una flessione». Diciotto le località che hanno fatto da teatro agli incontri: Brescia, Barbariga, Corzano, Erbusco, Flero, Orzinuovi, Orzivecchi, Rovato, Palazzolo sull’Oglio, Soncino, Villachiara, Chiari, Castel Mella, Lograto, Cologne, Roccafranca, Paratico, a cui si è aggiunto quest’anno il Comune di Maclodio. Partendo dalla Bassa bresciana e toccando le località rivierasche e, o attigue al fiume Oglio, per poi giungere alle estremità dei Parchi Oglio Nord e Sud e ampliare il proprio orizzonte in Franciacorta, il Festival ha fatto una doppia tappa nella città di Brescia e nelle città di Orzinuovi, Rovato e Palazzolo sull’Oglio.

22 gli ospiti italiani e stranieri tra filosofi, sociologi, antropologi, economisti, professori, che si sono alternati sul palco dell’undicesima edizione del festival stimolando la riflessione e il dibattito sul tema della «gratuità», analizzata nei suoi molteplici aspetti: sociologico, politico, fenomenologico, ermeneutico-esistenziale, morale, estetico, antropologico e teologico. Unico festival di filosofia ad aver ricevuto il marchio europeo «Effe Label 2015-2016», progetto promosso dalla Commissione Europea e realizzato da Efa, Associazione dei Festival Europei per premiare l’impegno artistico e la capacità di coinvolgere le comunità locali che guardano all’Europa, il festival Filosofi lungo l’Oglio è stato insignito della prestigiosa medaglia del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. Onorificenza al valore e al merito conferita dal Capo dello Stato a testimonianza del reale riconoscimento all’iniziativa «che ha voluto destinare l’unità di medaglia quale suo premio di rappresentanza all’undicesima edizione del Festival Filosofi lungo l’Oglio». Altro evento clou del festival è stato la proclamazione del vincitore del Premio internazionale di Filosofia «Filosofi lungo l’Oglio. Un libro per il presente», che viene assegnato «all’opera di uno studioso che abbia elaborato, attraverso il suo pensiero, idee capaci di fornire agili strumenti per abitare la nostra contemporaneità».

La prestigiosa benemerenza è stata conferita, domenica 3 luglio a Iseo (Bs), a Armando Savignano con il libro: Storia della filosofia spagnola del XX secolo, (Morcelliana, Brescia. 2015). Dopo il successo dell’edizione 2016 è già stato scelto il tema per il prossimo anno scelto all’unanimità dal Comitato Scientifico della Fondazione: «Toccare». Da principe di uno dei cinque sensi a gesto automatico «che fa da ponte – ha detto Nodari – tra noi e la realtà e che, forse senza che ce ne rendiamo conto, è essenziale nel nostro abitare quotidianamente il mondo».

Alberto Boldrini 


Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia