Ospitaletto

"Colpevolezza da sopravvissuto": incontro con Francesca Nodari per Filosofi lungo l'Oglio

Prosegue incessante la maratona del pensiero

"Colpevolezza da sopravvissuto": incontro con Francesca Nodari per Filosofi lungo l'Oglio
Cultura Brescia, 21 Luglio 2021 ore 14:48

Prosegue incessante la maratona del pensiero del Festival Filosofi lungo l’Oglio che, mai come quest’anno, ha saputo trasformare l’ostacolo in slancio, facendo leva sulla resistenza e sulla perseveranza in una felice alchimia tra il pubblico e i tanti filosofi che si sono susseguiti durante il festival che non ha mai interrotto la sua corsa.

Francesca Nodari protagonista a Ospitaletto dell'incontro intitolato "Colpevolezza da sopravvissuto"

Giovedì 22 luglio penultimo appuntamento di quest’anno con la filosofa levinasiana e direttrice scientifica del festival Filosofi lungo l'Oglio Francesca Nodari che proporrà un intervento dal titolo evocativo “Colpevolezza da sopravvissuto". L’inizio è previsto alle 21 al Parco della Resistenza “Mario Boldini” di Ospitaletto (Bs). Al centro del suo intervento una dissertatio che prende spunto dal rapporto tra i filosofi Franz Rosenzweig e di Emmanuel Levinas in relazione alla problematizzazione della morte. Rosenzweig e Levinas, pur seguendo percorsi diversi, partano dalla problematizzazione della morte per arrivare, attraverso un’ermeneutica della fatticità storica, all’altro che vive la sua stessa temporalizzazione come un aggiornamento dell’ultima ora. La serata è ad ingresso libero senza prenotazione ma si potrà accedere fino a esaurimento posti, nel rispetto delle normative anti-Covid. Per maggiori informazioni si consiglia di andare sul sito: www.filosofilungologlio.it.

Premiazione del Contest "Eros e Thánatos"

Al termine dell’incontro l’attesa premiazione del Contest "Eros e Thánatos", assoluta novità del festival in collaborazione con l'Accademia di Belle Arti di Brescia Santa Giulia. L’opera che più rispecchia il tema di quest’anno si aggiudicherà un riconoscimento di 1000 euro, da parte della Fondazione Filosofi lungo l’Oglio. Il vincitore sarà proclamato a decisione insindacabile della giuria composta da Francesca Nodari, Marco Ermentini, vice presidente della Fondazione Filosofi Lungo l'Oglio e Lia Guerrini, segretaria organizzativa della Fondazione, con loro in giuria la direttrice dell’Accademia Santa Giulia Cristina Casaschi, la vicedirettrice Ilaria Manzoni e il professore Paolo Sacchini che, oltre a essere docente dell’Accademia, è direttore della collezione Paolo VI. Le 5 opere finaliste saranno esposte durante l’evento: "Un filo vi condusse" di Duccio Guarneri, "Eros e Thánatos" di Sferrazza Anais, "Respiro" di Anna Cancarini, "Il confine" di Elena Bolther, "Genesi" di Glauco Maccari. Alla premiazione saranno presenti i giurati del premio: Francesca Nodari, Marco Ermentini, Lia Guerrini, Cristina Casachi, Ilaria Manzoni e Paolo Sacchini. A moderare la serata il giornalista e scrittore Tonino Zana.

Necrologie