Menu
Cerca

Cacciatori a lezione con Federcaccia

Cacciatori a lezione con Federcaccia
Cultura 01 Maggio 2017 ore 15:10

Rispetto di tutte le norme sanitarie e anche un aiuto volontario là dove non può arrivare il Comune.

Sono terminati i corsi organizzati dalla sezione lonatese di Federcaccia, guidata dal presidente Luigino Cassini, dedicati specificatamente al cinghiale e a tutte le norme ambientali relative. Le lezioni terminate lo scorso giovedì 13 aprile, con successivi esami mercoledì 26, vertevano specificatamente su cinque temi: quadro normativo e leggi specifiche, ecologia applicata e faunistica, tecniche di prelievo e norme di sicurezza, etica venatoria, e per ultime le norme sanitarie legate al trattamento dei capi abbattuti.

In tutto venti i partecipanti, tra cui una ragazza; Cassini ringrazia anche il Centro sportivo Sedena, che ha ospitato le lezioni nella propria sede dell’ex scuola di via Schia. La sezione ha anche partecipato a una gara di prova a livello provinciale, nel fine settimana tra l’8 e il 9 aprile, che contava in tutto centoventicinque iscritti provenienti anche dal resto della regione.

Sono duecentotrenta gli associati del gruppo di Lonato, che ha anche collaborato con il Comune per la pulizia dei rifiuti in aree boschive non controllate, come racconta anche il consigliere incaricato all’Ecologia Christian Simonetti. «Fa sempre piacere ricevere un aiuto da queste associazioni, che si sono date da fare sul territorio con alcuni volontari anche a favore dell’ambiente». Un mondo con precise limitazioni e leggi, per un tema che spesso è stato trattato in passato anche alla Fiera di gennaio e che oggi fa discutere molto, tra favorevoli e contrari all’attività venatoria.


Necrologie