Covid-19

Brescia concerto del coraggio e della dedizione

Il grazie di una città ai sanitari che hanno affrontato la pandemia. Presente anche il Ministro Roberto Speranza

Brescia concerto del coraggio e della dedizione
Brescia, 27 Luglio 2020 ore 15:18

Ieri sera la città ha ringraziato i propri sanitari degli ospedali cittadini e della provincia che hanno fronteggiato il Covid-19

Brescia concerto del coraggio e della dedizione

Una platea di 500 persone distanti l’una l’altra ma unite all’unisono dalla musica dell’orchestra giovanile italiana, fucina di grandi talenti, diretta maestro Lorenzo Viotti, il 30enne è figlio d’arte del grande direttore Marcello Viotti, prematuramente scomparso 15 anni fa.

Quello di ieri sera in piazza Loggia è stato il “Grazie” che la città ha voluto rendere ai medici, infermieri, volontari e a tutte quelle persone che in prima linea hanno fronteggiato il Covid-19 in questi mesi di pandemia. L’organizzazione a cura del Comune di Brescia, in collaborazione con la Fondazione del Teatro Grande, ha così celebrato i propri concittadini, il loro impegno e la loro straordinaria dedizione con un importante appuntamento musicale dall’alto valore simbolico.

Un concerto che guarda con positività al futuro attraverso il talento di giovani artisti, a sottolineare lo spirito di coesione civile e la volontà di ripartenza della città e dell’intero Paese, interpretando “Serenata in do maggiore per archi, opera 48” di Pëtr Il’ič Čajkovskij e “Sinfonia numero 2 in si bemolle maggiore” di Franz Schubert.

 

Brescia Concerto del coraggio e della dedizione da il sindaco Del Bono, il Ministro Speranza e l'assessore regionale Galli
Brescia Concerto del coraggio e della dedizione da il sindaco Del Bono, il Ministro Speranza e l’assessore regionale Galli

Il ringraziamento delle autorità

Al ringraziamento a tutti coloro che hanno messo a disposizione della comunità con abnegazione la propria professionalità e generosità in uno dei momenti più difficili e dolorosi vissuti dalla comunità bresciana, hanno presenziato a fianco del sindaco Emilio Del Bono e alla sua Amministrazione comunale anche il ministro della Salute Roberto Speranza, l’assessore regionale alla Cultura Stefano Bruno Galli, e il soprintendente e direttore artistico del teatro Grande Umberto Angelini.

Toccante il discorso del sindaco Del Bono che da sotto palazzo Loggia ha ricordato quanto il governo veneto riporto sulla facciata dello stesso, delineando a pieno lo spirito dei bresciani, facendo riferimento al “FIDELIS BRIXIA FIDEI ET IUSTICIAE”. “Un dedizione e una fedeltà che non è mai venuta meno, nel corso dei secoli – ha sottolineato il primo cittadino – Il titolo concerto del coraggio va a far riemergere il vero senso della parola stessa. Coraggio significa “con il cuore” e così i sanitari bresciani hanno agito durante la pandemia”.

L’assessore regionale alla Cultura ha elogiato la scelta del Comune di segnare la ripresa e il ringraziamento a chi l’ha resa possibile con un evento culturale. “E’ bello che da ogni difficoltà si possa uscire con l’aiuto della cultura” ha osservato Galli.

Infine la parola al Ministro della Salute Speranza “Non sono eroi, sono uomini e donne che hanno dato il meglio per far fronte ad un nemico che nessuno conosceva, operando con la professionalità che li distingue, e con lo spirito di trovare continuamente nuove soluzioni al passo con l’evoluzione della situazione, ecco chi sono le persone sedute qui con noi e a loro va il nostro grazie”.

 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia