A Castiglione delle Stiviere il cimitero come una galleria d’arte

A Castiglione delle Stiviere il cimitero come una galleria d’arte
29 Settembre 2016 ore 12:07

Una semplice visita guidata nel cimitero di Castiglione delle Stiviere è un modo interessante per riscoprire la storia della città e per incontrare numerose opere di artisti di fama internazionale. Il Sepolcro Boschi è senza dubbio l’opera più importante presente nel cimitero di Castiglione, l’imponente marmo funerario di Adolfo Wildt, scultore di fama internazionale (una sua personale è in corso a Forlì), nato a Milano nel 1868, la cui opera “Sepolcro Boschi” è fra io suoi pezzi più famosi, citata in cataloghi e nella Treccani. L’artista più presente è lo scultore Giuseppe Brigoni. Sua la famosa “Portatrice d’acqua” nel Museo Internazionale della Croce Rossa, ma sue sono anche tante sculture che si trovano nelle cappelle e nelle tombe di molte famiglie storiche di Castiglione. Non poteva mancare Franco Ferlenga , castiglionese, nato nel 1916, pittore, scultore e architetto, forse uno degli artisti più famosi del 900 castiglionese. 


Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia