Cronaca

«Volevano adescare nostra figlia, abbiamo paura»

«Volevano adescare nostra figlia, abbiamo paura»
Cronaca 07 Gennaio 2017 ore 17:21

«Tua mamma ci ha appena chiamato perché dobbiamo portarti a casa quindi devi venire con noi».

Si credeva fossero solo voci, ora sono state confermate essere realtà. Una realtà che spaventa e preoccupa tanti genitori. «Hanno provato ad adescare mia figlia» così la signora Marianna Palermo ha iniziato il suo racconto.

Erano le 14.30 del 23 novembre quando la bambina, 12enne che dimostra almeno tre o quattro anni in meno della sua età, stava andando da via Pisa al «Punto ragazzi» per svolgere i compiti scolastici insieme ad altri compagni quando, tre giovani donne incappucciate e con gli occhiali da sole, si stima 30enni e zingare, le si sono avvicinate accerchiandola: «Tua mamma ci ha appena chiamato perché dobbiamo portarti a casa quindi devi venire con noi».

Fortunatamente la ragazzina, più grande dell’età che dimostra, ha capito in brevissimo tempo che le cose non potevano stare come le avevano appena detto le tre.

La vittima se l’è data alle gambe, ma le malintenzionate l’hanno seguita, senza però trovarla perché, nascosta, ha fatto perdere qualsiasi sua traccia. La sera, intorno alle 18, un episodio del tutto simile è accaduto ad un suo amico, seguito poi da diverse segnalazioni.

Le Forze dell’ordine hanno fatto sapere che «è indispensabile una efficace forma di collaborazione da parte di chi ha conoscenza diretta dell’evento fornendo quante più informazioni possibile su cosa è accaduto; anche poche notizie, inizialmente sommarie, possono aiutare chi indaga a trovare successivamente riscontri concreti utilissimi a ricostruire gli avvenimenti».


Necrologie