Cronaca

Violazione di igiene alimentare, denunciato agriturismo

Serviva carne scaduta e ortaggi deteriorati

Violazione di igiene alimentare, denunciato agriturismo
Cronaca Brescia, 22 Luglio 2019 ore 14:11

Carni confezionate scadute da più di due anni, prodotti ortofrutticoli deteriorati e coperti da muffe, alimenti infestati da insetti e in cattivo stato di conservazione. Questi i prodotti che i Carabinieri Forestali di Vobarno hanno rinvenuto in un agriturismo di Sabbio Chiese,

Denunciato agriturismo

Immagazzinati all’interno delle celle frigorifere della struttura, insieme alle altre preparazioni gastronomiche destinate alla vendita, i Carabinieri hanno ritrovato diverse confezioni di carne scaduta, e verdura ammuffita. Riscontrando altresì numerose violazioni delle norme di rintracciabilità e di etichettatura dei prodotti alimentari. Ma si tratta solo di alcune delle violazioni in materia di sicurezza alimentare accertate dai Forestali che, oltre a denunciare il titolare dell’agriturismo, hanno elevato a suo carico una multa del valore di € 36.494,67

Vendita di bevande non autorizzata

È stato inoltre scoperto che lo stesso agriturismo aveva avviato un’attività di somministrazione al pubblico di alimenti e bevande (bar) in assenza di qualsivoglia autorizzazione sanitaria. Operando all’interno di locali privi dei requisiti igienici previsti dalla legge, omettendo di fornire le indicazioni obbligatorie delle sostanze che provocano allergie o intolleranze, e senza rispettare le procedure di autocontrollo basate sul sistema HACCP.

Violazioni di polizia veterinaria

I militari della Stazione Carabinieri Forestale di Vobarno, inoltre, hanno verificato anche le modalità di conduzione dell’azienda agricola, accertando ulteriori violazioni in materia di polizia veterinaria e di benessere animale. Il titolare dell’agriturismo, infatti, aveva omesso di effettuare le registrazioni obbligatorie dei trattamenti terapeutici degli animali allevati, che in alcuni casi si presentavano privi della necessaria marchiatura identificativa. Aveva anche legato due cani mediante catena, in violazione del regolamento regionale sulla tutela degli animali d’affezione.

 Agriturismo con strutture non autorizzate

Un’ultima denuncia a carico dello stesso soggetto, infine, è stata trasmessa per violazione delle norme in materia urbanistico-edilizia. Poiché è stata rilevata la presenza di varie strutture realizzate in assenza di titolo abilitativo edilizio, di autorizzazione paesaggistica e di autorizzazione della Soprintendenza, tenuto conto del fatto che una parte dell’area è dichiarata bene culturale per il suo valore storico ed artistico.

TORNA ALLA HOMEPAGE

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie