viabilità

Via le auto dal centro storico di Iseo: presentato il piano sperimentale – MAPPA

Illustrato il progetto per le nuove zone a traffico limitato in via Duomo e sul lungolago.

Via le auto dal centro storico di Iseo: presentato il piano sperimentale – MAPPA
Sebino e Franciacorta, 09 Luglio 2020 ore 17:26

Non è ancora stato definito un giorno preciso per l’avvio della sperimentazione viabilistica che toglierà le auto dal lungolago e dal centro storico (si parla di lunedì, ma non ci sono ancora conferme), poiché il Comune attende i pareri di Areu e Vigili del fuoco. Ma per quanto concerne l’istituzione delle aree a traffico limitato per i soli residenti e il carico e scarico degli esercizi commerciali di via Duomo e del lungolago, il piano sperimentale dell’Amministrazione sembra chiaro.

Via le auto dal centro storico di Iseo: il piano sperimentale

Il progetto è stato illustrato poco fa in diretta sulla pagina Facebook del Comune dal sindaco Marco Ghitti e dal suo vice Cristian Quetti. Il piano per togliere le auto dal centro storico è stato studiato per conseguire obiettivi ambientali (legati quindi al miglioramento dell’inquinamento dell’aria e acustico), legati alla sicurezza anti Covid e anti terrorismo e per “cambiare il volto di Iseo”, dando una risposta a chi vi abita e a visitatori e turisti.

La Ztl sarà ampliata per via Duomo e viale Repubblica, mentre il lungolago sarà pedonalizzato dall’incrocio con largo Zanardelli a via del Bastione. Non mancheranno le barriere anti terrorismo non appena il Comune otterrà i pareri di Areu e Vigili del fuoco.

La Ztl in via Duomo

Solo gli autorizzati potranno accedere a via Duomo scendendo da via Cavalli, mentre per tutti gli altri ci sarà l’obbligo di proseguire verso l’ospedale. Due sono le aree che saranno istituite in via Duomo fino a piazza Statuto: nella zona B (fino a vicolo Ferrari) sarà istituito il doppio senso di marcia a vista, mentre in zona A (fino a piazza Statuto) si potrà procedere solo verso via del Sombrico, per poi tornare su via Cavalli. Le autorizzazioni quindi saranno differenziate tra zona A e zona B e, come ribadito sia dal sindaco che da Quetti, piazza Mazzini non diventerà un parcheggio e su via del Sombrico non passeranno molte auto, poiché solo i residenti saranno autorizzati.

All’altezza del vicolo delle Confettarie è stato creato un loop a senso unico che interessa via Archetti e vicolo Ferrari, in modo da risolvere la criticità di vicolo delle Confettarie e di alcuni residenti del lungolago.

“Chi potrà accedere all’area A avrà la possibilità di parcheggiare di fianco a Casa Panella – ha spiegato Quetti – Fuori dal convento delle Canossiane e fuori dalla banca di largo Dante saranno invece create due aree per il carico e scarico destinate alle attività commerciali e agli hotel. Sul lungolago in zona Intesa saranno tolti i parcheggi poiché l’obiettivo per il futuro è di eliminare tutte le barriere architettoniche portando il sedime stradale allo stesso livello del marciapiede, creando una grande area pedonale sicura e un nuovo lungolago. Laddove dovessero emergere criticità, la nostra volontà nel confronto con la popolazione è totale”.

Infine, per quanto concerne viale Repubblica, chi arriva da via Campo dovrà svoltare per forza verso la stazione, mentre non sarà permessa la circolazione nel senso di marcia opposto.

“Ritengo che la forza di Iseo sia il suo centro storico, uno dei più vivibili del lago grazie alla pedonalizzazione di una larga parte – ha sottolineato il sindaco – E’ una filosofia che comporta il miglioramento della qualità di vita ed è nostra intenzione implementare le Ztl e pedonalizzare il lungolago per aumentare la fruibilità dei cittadini e dei turisti”. Inoltre Ghitti ha anticipato che verrà proposto ad Autorità di bacino un progetto da 400mila euro (cofinanziato da entrambi gli enti) per il consolidamento del lungolago dal lido dei Platani all’incrocio con via Bargnani.

Progetto Iseo aveva chiesto, prima di illustrare il progetto sulla viabilità del centro, di poterlo condividere con l’Amministrazione attraverso la Commissione Ambiente, che però fino a questo momento non è stata convocata.

La mappa

In giallo l’area del lungolago che sarà interdetta alle auto e pedonalizzata. In verde chiaro la zona B di via Duomo a doppio senso di marcia e con il verde scuro la zona A di via Duomo e via Sombrico, con senso di marcia permesso verso via Cavalli solamente ai residenti e agli autorizzati. In arancione viale Repubblica, che sarà percorribile solo da via Campo verso la stazione, ma non in senso opposto.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia