Menu
Cerca

Veneto Fronte Skinhead contro il 25 aprile

Veneto Fronte Skinhead contro il 25 aprile
Cronaca 25 Aprile 2017 ore 10:33

Diversi i volantini sparsi, durante la notte, in tutta la provincia di Mantova, e anche a Castiglione, inneggianti i caduti della Repubblica sociale italiana.

E' il movimento di estrema destra, "Associazione culturale Vfs" a rivendicare l'accaduto. Oltre ai volantini anche fotocopie di dollari in banconote: così i militanti interpretano l'asservimento dell'Italia agli alleati e ai poteri forti, come le banche. Le foto mostrano infatti i fogli, tenuti da un guanto nero, appesi, oltre che ai cartelli delle vie intitolate ai Partigiani o al XXV Aprile o alla Liberazione, anche agli sportelli di ingresso di alcune banche, tra cui Intesa San Paolo e DeutscheBank.

Questo il comunicato ufficiale firmato da Veneto Fronte Skinheads: "Vrf rivendica la paternità dei volantini e dei manufatti esposti in parecchie citta' del nord Italia. Questi ultimi tesi a rappresentare la prigionia e l'asservimento iniziati in Italia nel secondo dopoguerra. Quello che la retorica della “liberazione” non dice e non vuole ascoltare e' che a oltre 70 anni dalla fine della guerra civile la tanto paventata democrazia ci ha regalato una serie diliberta' devastanti. La liberta' di svendere la nostra identita'nazionale. La liberta' di rinunciare alla nostra storia. La liberta' di essere asserviti ai pruriti della finanza internazionale.

La liberta' di morire per interessi extranazionali. La liberta' di lasciar morire un popolo strangolato da banche e debiti. La libertà di essere invasi per assecondare i diktat del libero mercato. In poche parole: la liberta' di essere schiavi. Ferocemente Vfs".


Necrologie