Chiari

Variante al Pgt: la cittadinanza è invitata a partecipare

C'è tempo fino a metà luglio per dire la propria.

Cronaca Bassa, 22 Giugno 2020 ore 10:02

Ci sarà tempo fino al 17 luglio 2020 per presentare le proprie osservazioni in merito alla procedura di variante del PGT. Una variante che si rende necessaria per adeguare il documento di Piano del Governo del Territorio alle nuove direttive normative e su cui appunto ogni singolo cittadino potrà presentare spunti e osservazioni.

Variante al Pgt

Infatti, a partire da mercoledì 17 giugno si apriranno formalmente i lavori – articolati e complessi – di variante: una procedura che ha molteplici scopi.

In primis, quello di semplificare i contenuti dell’attuale PGT (approvato dal Consiglio Comunale ad aprile 2017) ed in particolare il suo notevole apparato normativo: da un lato adeguandolo alle esigenze attuali – anche in considerazione delle recenti significative novità in materia di rilancio del settore edile e di agevolazione degli interventi per la casa (come gli Ecobonus e i Sismabonus) – dall’altro aggiornandolo e semplificandolo soprattutto per ciò che riguarda la riqualificazione dei nuclei storici e del patrimonio agricolo dismesso.

Inoltre, con questa variante verranno recepiti sia l’adeguamento alla nuova normativa per favorire la rigenerazione urbana, sia i contenuti del Piano delle Alienazioni e Valorizzazioni e del Piano Triennale delle OO.PP. (con riferimento agli investimenti pubblici). Inoltre, verranno adeguate le NTA (Norme Tecniche di Attuazione) con le definizioni comuni del Regolamento Edilizio tipo (per un principio di armonizzazione tra documenti e pratiche).

Cittadinanza attiva

Infine, come detto, questa variante permetterà di valutare ed eventualmente inserire nuove idee e proposte nate appunto dai cittadini: sia singolarmente, sia come rappresentanti di interessi diffusi, come è auspicato nel principio della cittadinanza attiva. Ed è una opportunità che l’Amministrazione invita caldamente a cogliere: infatti, permette alla cittadinanza sia di capire sempre meglio la macchina amministrativa, sia di essere partecipi della definizione della propria città. Un’occasione che capita una tantum – come ora per sopravvenute normative da adeguare – e che perciò è ancora più preziosa.

Nello specifico, i cittadini potranno produrre i loro contributi e le loro osservazioni sia in maniera cartacea, sia avvalendosi dei sistemi telematici e completamente smaterializzati messi a disposizione dal Comune, utilizzando la firma elettronica o digitale e la casella di posta elettronica comunedichiari@legalmail.it. Inoltre, per favorire la consultazione di tutta la documentazione inerente la procedura, sarà creato uno speciale spazio web, raggiungibile con un semplice click dal sito internet del Comune di Chiari.

"Si tratta di un progetto importante anche e soprattutto nella creazione di un dialogo concreto e costruttivo tra cittadini, uffici comunali, professionisti del settore ed amministratori comunali – ha il sindaco Massimo Vizzardi che ha tenuto per sè la delega in materia di edilizia ed urbanistica – L’obiettivo oltre ad un doveroso aggiornamento delle norme comunali alla luce delle disposizioni recentemente introdotte è quello di costruire risposte e soluzioni alle numerose problematiche che si trascinano da svariati anni nell’applicazione delle normative comunali soprattutto in ambito agricolo. La creazione di un tavolo di lavoro che vede coinvolti numerosi tecnici che esercitano la professione sul territorio clarense con già elaborate alcune idee e proposte, è un buonissimo inizio.

 

Necrologie