SAN GERVASIO

Vandali al centro rifiuti di San Gervasio: arrivano le fototrappole

Dopo le numerose sortite avvenute durante il weekend

Vandali al centro rifiuti di San Gervasio: arrivano le fototrappole
Cronaca Oglio, 10 Dicembre 2020 ore 10:07

Vandali al centro rifiuti di San Gervasio: arrivano le fototrappole.

Locali e bar chiusi, divieto di uscire di casa e la noia delle mura domestiche da sconfiggere: perché non «divertirsi» al Centro di raccolta rifiuti? E’ quello che devono aver pensato alcuni personaggi che da settimane si danno appuntamento nell’impianto di Strada Delle Onede. Un passatempo per il fine settimana nelle ore notturne che sembra non avere un perché: nei loro incontri i soggetti infatti si divertono a mettere a soqquadro il centro di raccolta rifiuti. Scritte con le bombolette, contenitori di materiale rovesciati, sporco sparpagliato per il piazzale, pittura rovesciata sono solo alcune della lunga lista di azioni «pregevoli» messe a segno dai vandali.

Le fototrappole

Ma dopo il ripetersi da settimane di questo passatempo l’Amministrazione comunale e la Polizia Locale hanno deciso di intervenire per cercare di identificare i responsabili. E così il comandante della Locale intercomunale di Leno Nicola Caraffini ha fatto installare delle fototrappole per cercare di immortalare i vandali nelle loro scorribande.
A loro carico ci sarebbero ben due reati uno penale e uno amministrativo vale a dire il danneggiamento di bene pubblico e la violazione delle norme del Dpcm in vigore nelle scorse settimane che dettava il coprifuoco nelle ore notturne.

Le parole del sindaco

«E’ da qualche settimana che degli ignoti entrano nell’isola ecologica e fanno disastri - ha detto il sindaco James Scaburri - per passatempo e divertimento. Atti di puro vandalismo e ora siamo stufi di questa situazione, una storia che si sta ripetendo ogni week end. Vorrei ricordare che per queste persone è previsto un procedimento penale per danneggiamento di bene pubblico e quello che ci da noia è che non hanno rispetto delle cose della comunità che sono di tutti. Per questo invito pubblicamente i responsabili a presentarsi in Comune perché se ammettono le loro colpe e responsabilità è anche possibile che se la cavino con una tirata d’orecchi altrimenti procederemo con le Forze dell’ordine e quindi con i provvedimenti previsti dalla legge».

Necrologie