Cronaca
Orzinuovi

Una stele per ricordare il medico e alpino Massimo Bosio

Era scomparso nel 2020, anno in cui con coraggio ha combattuto contro il Covid: ora per lui c'è un eterno riconoscimento.

Una stele per ricordare il medico e alpino Massimo Bosio
Cronaca Bassa, 06 Novembre 2021 ore 14:00

Una stele per ricordare il medico e Alpino Massimo Bosio: iscritto alla sezione di Orzinuovi, con coraggio ha combattuto il Covid nella prima ondata del 2020, morendo nell’impresa dopo essere stato contagiato.

Una stele per ricordare Massimo Bosio

Ricorderanno tutti la sua determinazione e il suo carattere tosto, il suo spirito frizzante e la sua voglia di combattere per il prossimo e per il bene comune. Ha dimostrato un immenso coraggio durante la pandemia, il  dottor Massimo Bosio, orceano ma di servizio a Pompiano e Corzano, dove ha sfidato il virus. E’ stato poi contagiato quando ancora la sua carica «picchiava» dura, quando le terapie intensive erano piene e tutta la sanità in crisi.

Le ultime parole che ha «pronunciato» via social sono state rivolte ai medici. «Uno che fa il mio lavoro non può tirarsi indietro quando c'è uno stato di emergenza - aveva scritto sul suo profilo Facebook a marzo 2020 - I colleghi che non si sentono di farlo cambino lavoro sperando che facendo il centralinista non esca il virus dalla cornetta. Scusate lo sfogo» Parole che rimarranno impresse nel cuore della sua famiglia e dei suoi pazienti.  Il medico è stato ricordato dai colleghi, dagli orceani, dai corzanesi e anche dai pompianesi ma gli Alpini di Orzinuovi si sono tenuti il loro momento.

«Il Comune ha realizzato un parcheggio tra via Bainsizza e via Baracca, costruendo anche un’aiuola verde - ha spiegato il presidente dell’associazione orceana Mario Ferrari - Abbiamo chiesto il permesso per poter posizionare un stele in granito dell’Adamello in memoria del dottor Massimo Bosio: un Alpino, era uno di noi. Partecipava sempre alle adunate con il suo battaglione, era amico di alcuni nostri iscritti. Una persona sicuramente da ricordare perennemente per il suo operato anche perché era un Alpino che ha combattuto con coraggio e senza paura».

Per l’inaugurazione della stele è stata programmata una cerimonia, che avrà luogo nel parcheggio domenica 14 novembre alle 11. Verranno invitate le autorità della città, le associazioni di volontariato. gli Alpini della zona H, che comprende 18 paesi del circondario. Tutta la cittadinanza è invitata a partecipare.

Leggi l'articolo completo su Manerbio Week in edicola da venerdì 6 novembre

Necrologie