IL FATTO

Una lettera di insulti nella posta dell'assessore Capra di Rezzato

Tra insulti e frasi ingiuriose l'imputazione di mancata tempestività nel risolvere il problema caldaia

Una lettera di insulti nella posta dell'assessore Capra di Rezzato
Cronaca Brescia, 20 Dicembre 2020 ore 08:58

Dopo Matteo Ferrari, vicesindaco di Azzano Mella, nel mirino del Fronte Insurrezionale Bresciano anche l'assessore ai Lavori Pubblici rezzatese

Una lettera di insulti nella posta dell'assessore Capra di Rezzato

Una lettera di insulti e piena di frasi ingiuriose è stata spedita in Comune a Rezzato lo scorso 14 dicembre, indirizzata all'assessore Matteo Capra. Questo non è il primo episodio, molti altri sono stati registrati nei mesi scorso, un esempio lo scorso agosto al vicesindaco di Azzano Mella Matteo Ferrari per la scelta politica di entrare in Fratelli d'Italia.

A rendere nota la notizia è stato un comunicato stampa ufficiale, divulgato dalla pagina Facebook del Comune di Rezzato.

"Con timbro in data 14 dicembre è giunta in Municipio, a Rezzato, una lettera inviata all’Assessore ai Lavori Pubblici geometra Matteo Capra. Fin dal mittente lasciato in bianco e dall’indirizzo scritto con il normografo si poteva presagire nulla di buono.
La lettera riporta invettive ed insulti contro l’Assessore di un’inaudita aggressività e violenza.
La lettera è firmata dal sedicente Fronte Insurrezionale Bresciano che in questi mesi ha già inviato altre lettere minacciose ad imprenditori e politici bresciani.
Sulla vicenda sta ora indagando la Questura di Brescia. La colpa imputata dagli autori della lettera all’Assessore Capra sarebbe quella di non essere intervenuto tempestivamente sul “problema” della caldaia.
L’Amministrazione è solidale e vicina all’Assessore Capra, resta l’amaro in bocca di vedere come risposta all’intensa attività di questa Amministrazione, anche nel campo della manutenzione e sostituzione delle centrali termiche vetuste, un odio aprioristico di taluni, frutto dell’incapacità di accettare le regole democratiche e della convivenza civile.
L’ultima cosa di cui ha bisogno la nostra comunità, in un periodo così difficile, è di avere persone che fomentano rancore verso gli amministratori.

A chi sparge odio e violenza rispondiamo ricordando che L’Amministrazione di Rezzato ha istituito, prima in Lombardia, l’assessorato alla Gentilezza e adotta tutti i canoni della Comunicazione non ostile. Non sarà certamente una lettera di questo tipo, il cui contenuto non sottovalutiamo, a fermare l’operosità dell’Amministrazione proprio nel momento in cui i cittadini hanno un grande bisogno di vicinanza, risposte e servizi".

L'assessore Capra ha sporto denuncia su cui la Questura aveva già aperto un filone di indagine per i precedenti già accaduti nei mesi scorsi. Non è la prima volta infatti che viene recapitata una lettera di minaccia a un amministratore locale del centrodestra.

Necrologie