NUVOLERA

Truffa della caldaia, 200 euro diventano 1200 con il Pos: due denunciati

La riparazione veniva effettivamente portata a termine dai due manutentori i quali, dopo aver concordato con la donna la cifra di 200 euro per la riparazione, le facevano firmare un contratto in bianco e la inducevano ad effettuare il pagamento tramite pos

Truffa della caldaia, 200 euro diventano 1200 con il Pos: due denunciati
Cronaca Brescia, 22 Aprile 2021 ore 09:14

Truffa della caldaia, 200 euro diventano 1200 con il Pos: due denunciati.

I Carabinieri della Stazione di Nuvolento, a seguito di mirate indagini hanno denunciato in stato di libertà per truffa un 37enne ed un 46enne, entrambi italiani e residenti rispettivamente in Emilia Romagna e Veneto. Questi ultimi, poco dopo la metà del mese di marzo scorso, grazie a una serie di raggiri, avevano indotto una donna 75enne di Nuvolera a versargli indebitamente ben 1.200 euro.

Le indagini erano state avviate immediatamente dopo la denuncia della vittima che, vivendo da sola, aveva richiesto l’intervento a domicilio di una ditta specializzata per ripristinare la caldaia andata in blocco. La riparazione veniva effettivamente portata a termine dai due manutentori i quali, dopo aver concordato con la donna la cifra di 200 euro per la riparazione, le facevano firmare un contratto in bianco e la inducevano ad effettuare il pagamento tramite pos, digitando però l’importo di ben 1.200 euro, che solo in un secondo momento veniva aggiunto a penna sul contratto stesso.

I Carabinieri della Stazione di Nuvolento, tuttavia, grazie ad una serie di accertamenti sono riusciti ad individuare i due, di cui uno è risultato peraltro il titolare della ditta in questione.

Necrologie