SALò

Tragedia sul Garda: il turista tedesco è in carcere a Brescia. Tutti gli elementi che lo inchiodano

Davanti al Gip, Kasser ha dichiarato che sarebbe caduto in acqua a causa di una errata manovra dell'imbarcazione e non per l'ubriachezza

Tragedia sul Garda: il turista tedesco è in carcere a Brescia. Tutti gli elementi che lo inchiodano
Cronaca Garda, 07 Luglio 2021 ore 07:29

Tragedia sul Garda: il turista tedesco è in carcere a Brescia. Tutti gli elementi che lo inchiodano.

Tragedia sul Garda: il turista tedesco è in carcere a Brescia

Si trova nel carcere a Brescia Patrick Kasser, il turista tedesco 52enne che era alla guida del motoscafo sabato 19 giugno 2021 che ha travolto e ucciso Umberto Garzarella e Greta Nedrotti che erano a bordo della piccola imbarcazione.

L’uomo si è consegnato spontaneamente ai Carabinieri della compagnia di Salò al Brennero, poco prima che scattasse il mandato d’arresto europeo chiesto dal gip di Brescia per duplice omicidio colposo.

Guidava a folle velocità

La difesa ha chiesto che il Gup prenda in considerazione la dichiarazione dei due turisti tedeschi che hanno ribadito più volte di non essersi accorti della presenza della piccola imbarcazione. Gli elementi che però inchiodano i due turisti tedeschi sono il video e l’elevata velocità del motoscafo.

Durante le indagini infatti è stato visionato il video in bianco e nero che è stato registrato dalla telecamera di sorveglianza del rimessaggio nautico di Salò dove i due turisti tedeschi hanno ormeggiato il potente motoscafo subito dopo l’incidente. Nel video si vede palesemente il tedesco che prima barcolla e poi cade in acqua. Davanti al Gip, Kasser ha dichiarato che sarebbe caduto per una errata manovra dell'imbarcazione.

L’altro elemento invece è stato reso noto dagli inquirenti che hanno ricostruito, attraverso una simulazione notturna della Guardia Costiera, la velocità del motoscafo che risulterebbe essere di circa 20 nodi, che è ben quattro volte superiore al limite concesso.

Necrologie