Cronaca
Lite finita male

Tentato omicidio a Brescia, l'uomo è in pericolo di vita

Il cognato lo ha colpito alle spalle, all’altezza del torace.

Tentato omicidio a Brescia, l'uomo è in pericolo di vita
Cronaca Brescia, 03 Novembre 2021 ore 17:57

Nella notte tra sabato 30 e domenica 31 ottobre, verso le ore 02:30, gli agenti della Squadra Volante della Questura di Brescia, su disposizione della Centrale Operativa, sono intervenuti nei pressi di una abitazione (zona Poliambulanza) per la segnalazione di una persona accoltellata.

Trasportato alla Poliambulanza

Il ferito, trascinatosi lungo la pubblica via, è stato rinvenuto dagli operatori in posizione supina, in una pozza di sangue: prontamente soccorso da personale della Squadra Volante e personale sanitario, il ferito è stato trasportato  all’Ospedale Poliambulanza di Brescia e ricoverato in prognosi riservata,in pericolo di vita.

Sotto l'effetto dell'alcool aggredisce gli agenti

L’aggressore, che era ancora all’interno dell’abitazione e in evidente stato di alterazione alcolica, dopo aver opposto resistenza nei confronti degli operanti, che hanno riportato lievi lesioni, considerate guaribili in giorni 5, ha tentato, senza riuscirci, di impossessarsi della pistola di un operatore, riposta nella fondina, danneggiando inoltre l’autovettura di servizio strappando un tergicristallo. È stato quindi tratto in arresto nella flagranza del delitto di tentato omicidio, resistenza e lesioni a Pubblico Ufficiale e tradotto presso la locale Casa Circondariale, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

I testimoni

Sentite le persone presenti ai fatti, che hanno fornito dichiarazioni convergenti sulla dinamica dell’accaduto, è stato possibile ricostruire immediatamente il fatto e le motivazioni del gesto: durante una festa in casa, si è originata una lite, legata a incomprensioni familiari, fra l’aggressore e sua moglie. Il fratello della moglie, intervenuto a difesa di quest’ultima, ha attirato su di sé le ire dell’aggressore che, preso un coltello da cucina della lunghezza di circa 19 cm, lo ha colpito alle spalle, all’altezza del torace.

L'aggressore aveva dei precedenti

Le indagini, coordinate dal Sostituto Procuratore della Repubblica di Brescia dr. Ettore Tisato, hanno permesso di trarre in arresto per tentato omicidio il 38enne, cileno ed irregolare sul territorio nazionale, con precedenti di polizia, e ieri, all'esito del giudizio di convalida, è stata disposta la misura di custodia cautelare in carcere. Al medesimo sono stati inoltre contestati i reati di danneggiamento, resistenza, e lesioni per la condotta posta in essere al momento dell’arresto.

 

Necrologie