Cronaca
Corte Franca

Taglio del nastro alla nuova scuola dell'infanzia in ricordo di Alessandra Bono

Presenti all'evento anche i genitori di Alessandra che, con la Fondazione in suo ricordo, hanno donato alla comunità il nuovo plesso scolastico

Taglio del nastro alla nuova scuola dell'infanzia in ricordo di Alessandra Bono
Cronaca Sebino e Franciacorta, 04 Settembre 2021 ore 17:34

Taglio del nastro alla nuova scuola dell'infanzia di Corte Franca, in ricordo di Alessandra Bono.

Inaugurazione

Oggi alle 16 nella frazione di Colombaro a Corte Franca, è stata inaugurata la nuova scuola dell'infanzia che da lunedì inizierà ad accogliere i 170 bambini iscritti nelle sezioni di nido, primavera e infanzia. La nuova struttura, donata alla comunità dalla Fondazione Alessandra Bono, sarà gestita dall'associazione non riconosciuta «Scuola dell'infanzia Corte Franca». Presente all'inaugurazione il primo cittadino Anna Becchetti con tutta l'amministrazione comunale e i rappresentanti dei due gruppi di minoranza. Presenti anche le autorità militari e religiose, oltre alla presidente dell'associazione «Scuola dell'infanzia Corte Franca» Maria Gemma Baglioni, il presidente della Fondazione il cavalier Valerio Bono, papà di Alessandra, la mamma Alceste e Laura Ferrari, segretaria della Fondazione. «A nome della famiglia Bono e della Fondazione grazie a tutti. Questa scuola è un dono di Alessandra alla sua comunità di Corte Franca. Questa scuola era un sogno di Alessandra e della sua famiglia. E quando un sogno si trasforma in realtà e si anima di quell'amore che l'ha ispirato, è la felicità. Una grande felicità per ritrovare Alessandra in un luogo in cui lei avrebbe adorato trovarsi».

Dopo il taglio del nastro e la benedizione alla scuola e alla chiesetta da parte del cardinal Re, è stato possibile per tutti i presenti fare una visita guidata della nuova scuola. Per chiudere l'evento la compagna teatrale Il telaio di Brescia, ha messo in scena lo spettacolo «Storia di un bambino e di un pinguino».

Presente all'evento anche il gruppo di Protezione Civile comunale e il gruppo Alpini che ha aiutato, a titolo volontario, a fare il trasloco dalle tre vecchie scuole dell'infanzia al nuovo plesso scolastico. Grazie al dono della Fondazione Alessandra Bono ora le tre scuole si sono infatti riunite in un unico plesso.

Scuola dell'infanzia

L’ultimo dei progetti portati a termine dalla Fondazione Alessandra Bono Onlus è la costruzione di plesso scolastico, donato dal Cav. Valerio Bono alla comunità di Corte Franca, comune in cui Alessandra è nata e cresciuta  e in cui da sempre vive la sua famiglia. Il Cav. Bono ha spiegato com' è nato il progetto e cosa rappresenterà per il territorio.

«Ancora una volta, abbiamo cercato di rispettare le passioni di Alessandra e di creare qualcosa che potesse rispecchiarne il carattere e lo spirito, portando avanti progetti legati alle tematiche che le stavano più a cuore - ha spiegato il papà - Ho deciso di fare questo atto in ricordo di mia figlia, una donna serena e buona che si è sempre spesa nel sociale. Ha sempre cercato di aiutare i bambini e spero che potrà essere ricordata anche con l’intitolazione di questa scuola. Per questo motivo ho proposto al Comune di Corte Franca di costruire e donare una struttura unica per nido e scuola dell’infanzia, nuova e all’avanguardia, che potesse accogliere tutti i bambini del territorio e sostituire le strutture più vecchie e obsolete. L’Amministrazione comunale ha accolto con favore la proposta: tre frazioni comunali su quattro, ovvero Colombaro, Timoline e Nigoline hanno aderito e da settembre il loro asilo di riferimento sarà quello da noi costruito, in via Giuseppe Garibaldi. Solo la frazione di Borgonato continuerà a mantenere il suo asilo attuale».

Il plesso scolastico di 4.100 mq, con ben 2.600 mq di area verde circostante, potrà accogliere fino a 236 bambini. La scuola materna è al piano terra: ci sono sette sezioni (con 26 bambini ciascuna), oltre a un refettorio, a un laboratorio per la psicomotricità, un aula sonno, refettorio e cucina. Al primo piano ci sarà l’asilo nido, con tre sezioni da 18 bambini ciascuna, e una grande terrazza di 1.000 mq. L’edificio è stato costruito secondo i più moderni dettami edili, su progetto dello Studio Tecnico Geom. Ferrari Luigino. L’impresa esecutrice dei lavori è la Sa-Fer Spa di Corte Franca, di cui Valerio Bono è titolare. Nello spazio esterno dell’edificio, spicca un pavimento colorato con un grande arcobaleno. Anche gli interni sono colorati e accoglienti, tutto è stato pensato e realizzato a misura di bambino. Fiore all’occhiello della struttura è la «casa degli angeli»: una piccola chiesetta completamente affrescata: tutti gli affreschi sono originali e realizzati dai fratelli Bruno e Stefano Regonesi di Zanica (BG).

Ad oggi sono già più di 170 i bambini iscritti. Le iscrizioni e in generale tutte le attività dell’asilo non sono gestite dalla Fondazione Alessandra Bono - che con la costruzione e la donazione alla comunità dell’edificio ha concluso le sue attività legate a questo progetto - ma dalla Associazione Scuola dell’infanzia Corte Franca, un’associazione unica nata dall’unione fisica, educativa e didattica delle fondazioni delle scuole «Principessa Mafalda» di Colombaro, «Mons. Geremia Bonomelli»  di Nigoline e «Don Angelo Roveglia» di Timoline. La loro visione mira al futuro, mettendo sempre i bambini al centro.

5 foto Sfoglia la gallery
Necrologie