Menu
Cerca

Spaccio: i cittadini lanciano l’allarme, ma i carabinieri "frenano"

Spaccio: i cittadini lanciano l’allarme, ma i carabinieri "frenano"
Cronaca 14 Gennaio 2017 ore 17:18

Che fenomeni di spaccio di stupefacenti ci siano è un dato di fatto.

Sull’entità e la frequenza c’è qualche dubbio in più. Certo è che almeno un cittadino abbia in più casi segnalato alle Forze dell’ordine quanto avviene alla luce del sole, oltre che in orario serale, anche davanti alla sua abitazione costringendolo a dover «controllare prima di uscire cosa stia succedendo fuori».

Tre almeno gli spacciatori già noti alle autorità, tutti giovani nordafricani dai 25 ai 35 anni. Di questi uno sarebbe residente in paese, a Visano, mentre gli altri sembrerebbero essere ospiti non denunciati.

Dai primi accertamenti nessuno di questi pare sia automunito e si muoverebbero utilizzando il treno e nascondendo gli stupefacenti all’interno degli zainetti che indossano.

Ma il quantitativo di droga trasportato è sempre basso, ecco perché anche «pizzicandoli» Polizia locale e carabinieri hanno le mani legate.

La modalità con cui avviene lo spaccio è ormai consolidata: il compratore accosta l’automobile, generalmente in zona stazione o poste, lo spacciatore in bicicletta lo avvicina e avviene lo scambio della cocaina. Individuati anche alcuni degli acquirenti, sia giovani che 50enni.


Necrologie