Cronaca
Borgo San Giacomo

Spaccano e distruggono beni pubblici: multati 8 vandali

Il sindaco Giuseppe Lama ha convocato tre gruppi di ragazzini in Comune

Spaccano e distruggono beni pubblici: multati 8 vandali
Cronaca Brescia, 09 Ottobre 2021 ore 15:24

Il tempo delle minacce è finito e si passa ai fatti: individuati e multati tre gruppi di ragazzini.

Tolleranza zero, multati 8 vandali

E’ diventato un vero problema quello del vandalismo a Borgo San Giacomo, specialmente nelle aree verdi, nei parchi e di fronte alle scuole.
Nell’ultimo anno sono state tantissime le lamentele pervenute all’Amministrazione e alle Forze dell’Ordine: urla e strepiti fino alle prime luci dell’alba, sporco di ogni tipo lasciato ovunque, patrimonio pubblico fatto a pezzi. Insomma, una situazione insostenibile.
Il sindaco Giuseppe Lama, stanco della situazione, aveva già interdetto mesi fa l’ingresso nei parchi dopo le 22 e posizionato diverse telecamere per il paese.
Dalle parole ai fatti poiché sabato scorso sono stati individuati i colpevoli, tre gruppi di ragazzini di 16 e 17 anni che hanno rotto telecamere e commesso atti di vandalismo di fronte alle elementari.
«Si tratta di otto persone, dei ragazzi che divisi in gruppi hanno commesso atti di vandalismo all’interno del nostro Comune - ha spiegato il primo cittadino - I primi avevano mangiato e abbandonato scarti e cartoni di fronte alle elementari, sporcando tutto, poi qualche sera dopo alcuni hanno girato la telecamera per scrivere delle oscenità sui muri e ancora altri, addirittura hanno rotto i dispositivi di videosorveglianza per non essere ripresi. Alcuni sono di Borgo, altri no. Sta di fatto che li ho convocati in Municipio insieme ai genitori e sono stati sanzionati per 150 euro ciascuno. La multa per il gruppo che ha rotto la videocamera è stata sospesa poiché bisogna valutare i costi aggiuntivi di riparazione o in caso dell’acquisto di un nuovo dispositivo».
Tolleranza zero.
Ma questo non è bastato poiché domenica al parco della Formica si è ripetuta la solita e triste scena, con molti più rifiuti: bottiglie di alcolici di diversi tipi, cartoni della pizza e spazzatura, tanto da riempire un Apecar.
«Io mi chiedo cosa hanno nella testa questi, cosa ne pensano i loro genitori e cosa gli dicono quando a 17 o18 anni tornano a casa ubriachi, data la quantità di bottiglie di alcolici che abbiamo trovato - ha detto Lama - Sono un branco di imbecilli. Abbiamo fatto asportare l’immondizia dagli operatori che hanno riempito un’intera Apecar e poi sono passati anche i ragazzi dell’oratorio a pulire. Probabilmente hanno fatto qualche festino ed ecco le condizioni in cui hanno lasciato il bene pubblico. Adesso tocca a loro e la punizione sarà severissima».

Necrologie