Sotto l’albero un nuovo impianto a biogas

75mila tonnellate di organico per un investimento di oltre 30milioni di euro.

Sotto l’albero un nuovo impianto a biogas
Montichiari, 08 Dicembre 2019 ore 07:05

Pronto a decollare il nuovo impianto di Biometano a Bedizzole firmato A2a. 75mila tonnellate di organico per un investimento di oltre 30milioni di euro. L’impianto biodigestore sarebbe finalizzato a trattare la frazione umida e verde proveniente dalle abitazioni.

Sblocco alle autorizzazioni in sospeso

Con la Legge 128 del 2 novembre 2019 infatti si stanno sbloccando le autorizzazioni a una molteplicità di impianti per il trattamento di Forsu (frazione umida dei rifiuti) e dei fanghi per la produzione di Biogas e di Biometano, incentivati dallo Stato, tra questi anche l’impianto che sorgerà sul confine tra Bedizzole e Calcinato. Sblocco che permetterà di velocizzare l’iter necessario per ottenere a questo punto l’autorizzazione al procedimento. Dura la risposta dei comitati, anche a seguito della posizione assunta dalla Provincia.

La dura reazione dei Comitati

«Le speculazioni a danno dei territori, dell’ambiente e della salute dei cittadini colpiranno più agevolmente tutte le aree del Paese fanno sapere Laura Corsini Per il Comitato Cittadini di Calcinato e Stefano Apuzzo con Attilio Bonetta per Laboratorio Ambiente-EcoRete. La Provincia di Brescia si accinge ad autorizzare il mega impianto per il trattamento della Forsu di tutta la città di Brescia e della provincia, per “biodigestarla” e produrre biogas da purificare in biometano, attività incentivata dallo Stato e redditizia per l’immissione in rete Snam del metano. Tale impianto, tratterà 75 mila tonnellate anno di Forsu, a scapito dei residenti in tutti i Comuni interessati che subiranno un impatto odorigeno molto forte, l’aumento vertiginoso del traffico di automezzi pesanti, delle emissioni di ammoniaca, di micro particelle, micropolveri e di altre sostanze dannose per la salute. Inoltre, non si tiene in alcun conto “l’indice di pressione” di un territorio già saturo di impianti e aziende insalubri e impattanti, discariche e siti di stoccaggio/trattamento di rifiuti. Abbiamo appreso che la prossima Conferenza dovrebbe essere indetta entro il prossimo Natale, tale Conferenza interessa non solo le istituzioni competenti, bensì anche i Comitati e le Associazioni di cittadini direttamente interessati dalla futura presenza dell’impianto di A2A, poiché confinanti con il Comune di Bedizzole, ovvero i residenti a Calcinato, Lonato, Mazzano e Bedizzole».

Torna alla home

 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia