convenzione con il comune

Siglato l’accordo per la sede di Ucis a Provaglio

L’Ucis avrà una sede stabile in paese e, a seguito della convenzione stipulata con il Comune, si occuperà di tenere in ordine l’ex cascina Brambani.

Siglato l’accordo per la sede di Ucis a Provaglio
Sebino e Franciacorta, 28 Agosto 2020 ore 15:20

Firmata la convenzione tra il Comune di Provaglio d’Iseo e le Unità cinofile italiane di soccorso (Ucis). Ora la comunità può contare su un’associazione di soccorritori cinofili volontari inserita nell’albo istituito dal Dipartimento di Protezione civile.

Siglato l’accordo per la sede di Ucis a Provaglio

L’Ucis avrà una sua sede operativa e logistica sul territorio comunale e in questo modo potrà garantire per tutta la zona un team di persone esperte e professionali, accompagnate da fedeli cani addestrati, per far fronte alle diverse emergenze.

“Sino a ieri l’ex cascina Brambani in via Monsignor Luigi Daffini era un luogo desolato e maltenuto, oltre a essere stato utilizzato per un lungo periodo in modo improprio, alle stregua di un magazzino senza alcuna regola – ha spiegato il sindaco, Vincenzo Simonini – Ucis si occuperà della manutenzione dello stabile e sarà a disposizione per le necessità di intervento sul nostro territorio attraverso la sottoscrizione di una convenzione. Già alcune volte abbiamo avuto modo di vedere all’opera Ucis nel caso di persone scomparse in Torbiera”.

Un lavoro che d’ora in avanti, grazie alla colonna mobile del sodalizio che stazionerà all’ex cascina Brambani, potrà essere effettuato con tempi di intervento ancora più rapidi.

Presente per la firma della convenzione con il Comune anche il presidente bresciano di Ucis Bruno Piccinelli, recentemente eletto nella Commissione nazionale della Protezione civile, composta da dieci persone che, tra l’altro, hanno il compito di coordinare tutte le iniziative e attività sia ordinarie che operative in seno al Dipartimento di Protezione Civile.

L’Ucis si è così assunta l’impegno di manutenzione delle struttura e dell’area circostante, sollevando l’Amministrazione comunale dal gravame di gestione di un tale edificio. “La sede del sodalizio si trova in un’area che, date le caratteristiche, può diventare essenziale nel caso di interventi di diversa natura a tutela della nostra popolazione e del nostro territorio – ha concluso il sindaco – L’accordo prevede una collaborazione fattiva su vari fronti: interventi nelle scuole, servizi per la comunità e iniziative per la tutela del territorio”.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia