Cronaca

Sgozzata a 25 anni. Sana Cheema, un caso Italia-Pakistan

Secondo la ricostruzione della polizia di Gujarat, è stata uccisa da padre e fratello. "Avevano purtroppo ottenuto la cittadinanza italiana" denuncia Rolfi (LN).

Sgozzata a 25 anni. Sana Cheema, un caso Italia-Pakistan
Cronaca Brescia, 21 Aprile 2018 ore 18:20

Viveva da anni a Brescia, era di cittadinanza italiana. Sana Cheema era di origine pakistana e voleva sposare un italiano. Ma è stata uccisa brutalmente nella cittadina di Gujarat, in Pakistan.

Il delitto

La vicenda ha fatto ormai il giro delle cronache nazionali. Il delitto è avvenuto nel distretto pakistano di Gujarat, dove la giovane era nata e dove era tornata circa due mesi fa. Aveva frequentato le scuole a Brescia e cominciato a lavorare in un'autoscuola, questi sono i fatti divulgati. Dal suo profilo Instagram, una 25enne sorridente.

Arrestati

Per l'omicidio sono stati arrestati dalla polizia di Gujarat il padre e il fratello.

Le dichiarazioni di alcuni politici

Sulla vicenda si sono già pronunciati alcuni politici locali, Fabio Rolfi assessore regionale Agricoltura e Paola Villardi, candidata sindaco per il centro-destra a Brescia. "I familiari di Sana avevano purtroppo ottenuto la cittadinanza italiana, dimostrazione di come la legge vada resa più restrittiva e non ammorbidita" sostiene Rolfi. Gli fa eco Villardi, ribadendo che "Nella Brescia che ho in testa non ci sarà più alcuno spazio per chi considera la donna inferiore all’uomo. Fa paura pensare che chi ha commesso questa barbarie avesse ottenuto la cittadinanza italiana".

(Foto: dal profilo Instagram di Sana)

 

 

 

Necrologie