Settimana della Protezione civile: da domani “Io non rischio”

Quest'anno i volontari non si limiteranno a lasciare il materiale informativo alle persone, ma si fermeranno a parlare con loro, illustrando i problemi.

Settimana della Protezione civile: da domani “Io non rischio”
11 Ottobre 2019 ore 12:54

Settimana della Protezione civile: da domani la campagna “Io non rischio” è in programma in tantissime piazze della provincia.

Settimana della Protezione civile: da domani “Io non rischio”

Al via da domani, sabato 12 ottobre, la campagna “Io non rischio”, iniziativa organizzata nell’ambito della Settimana della Protezione civile, dedicata alla diffusione della cultura della prevenzione e della formazione. Novanta piazze lombarde, oltre 500 volontari a disposizione della cittadinanza per illustrare le diverse tipologie di rischi.

“Anche la Lombardia e’ una regione esposta ai rischi naturali, in particolare ad alluvioni e terremoti, come
hanno dimostrato recentemente il sisma nel Mantovano del 2012 e le numerose calamita’ naturali che si sono abbattute sulle nostre province in particolare negli ultimi due anni – ha sottolineato l’assessore al Territorio e Protezione civile Pietro Foroni – L’attenzione alle politiche di mitigazione del rischio sismico e idrogeologico e’
quindi una delle priorita’ di Regione Lombardia e la diffusione della cultura di protezione civile e’ uno dei mezzi piu’ efficaci a nostra disposizione”.

Per questi motivi Regione Lombardia ha dato il suo appoggio concreto anche in questa occasione al coordinamento della campagna nazionale “Io non rischio”.

“E lo ha voluto fare al meglio, inserendola in una settimana dedicata interamente alla Protezione civile, perche’ crediamo che il sistema piu’ efficace per difendersi da un rischio sia infatti conoscerlo – ha aggiunto l’assessore Foroni – E chi meglio dei nostri volontari, che vivono e operano sul proprio territorio, che lo conoscono e a loro volta sono conosciuti dalle istituzioni locali e dai cittadini, per informare e formare la popolazione sui rischi di terremoto e alluvione e su come comportarsi in caso di emergenza?”.

A contatto diretto con i volontari

Quest’anno i volontari non si limiteranno a lasciare il materiale informativo alle persone, ma si fermeranno a parlare con loro, illustrando i problemi e mettendosi a disposizione per eventuali domande e chiarimenti sui rischi presenti sul territorio; coinvolgendoli attraverso la simulazione di eventi catastrofici, proiezione di filmati, mini-esercitazioni, visite guidate alle zone dei paesi esposte maggiormente a rischi di esondazione o di frane.

“Non verra’ mai sottolineata abbastanza l’importanza dei 25mila volontari di Protezione civile che operano in Lombardia e che costituiscono una grandissima ricchezza ed eccellenza. Quando c’e’ qualche rischio i nostri
angeli sono sempre pronti a mettersi a disposizione della comunita’ e della collettivita’ con passione e dedizione”, ha concluso Foroni.

Gli eventi in programma a Brescia e provincia

12 OTTOBRE

  • Toscolano Maderno, piazza san Marco 16, ore 10 – 17, foto e proiezione filmati alluvionali del territorio di Toscolano e nazionale;
  • Roe’ Volciano, centro commerciale ‘Italmark’, ore 10 – 17, Caccia al tesoro e angolo giochi bimbi;
  • Brescia, piazza Vittoria, ore 7 – 19, Caccia al tesoro;
  • Edolo, passerella Largo Mazzini, ore 10 – 17, Illustrazione sistema allertamento;
  • Castenedolo, piazza Martiri della Liberta’, ore 10 – 17, Tenda sismica;
  • Cologne, via Umberto I presso oratorio, ore 16 – 20, Proiezione filmati alluvione e presenza attrezzature idro;
  • Lonato, piazza Martiri della Liberta’ (androne all’ingresso del Comune), ore 10 – 17, Caccia al tesoro ed esposizione PEC;
  • Gavardo, centro commerciale ‘Bennet’, ore 10 – 17

13 OTTOBRE

  • Castenedolo, piazza Martiri della Liberta’, ore 9 – 13, Tenda sismica;
  • Toscolano Maderno, ex campo ippico presso lungolago Zanardelli, ore 10 – 16, mini-esercitazione e scenari addestrativi.

TORNA ALLA HOME PAGE

Top news regionali
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
ANCI Lombardia