Cronaca

Sempre pronti quanto serve: il grazie della Regione ai volontari lombardi

Sempre pronti quanto serve: il grazie della Regione ai volontari lombardi
Cronaca 14 Gennaio 2017 ore 14:50

25mila lombardi sempre pronti ad intervenire in caso di necessità. La forza dei volontari delle varie associazioni celebrata in Regione.

"Voi siete l'orgoglio della Lombardia, una forza di oltre 25.000, tra donne e uomini, sempre pronti a gestire le emergenze e che, in quest'occasione, siete chiamati, designati dai vostri territori, a scrivere le nuove regole della protezione civile lombarda. Che e' un'eccellenza nazionale, ma che vuole ulteriormente migliorare".

Cosi' l'assessore alla Sicurezza, Protezione civile e Immigrazione di Regione Lombardia, Simona Bordonali, aprendo, questa mattina, a Palazzo
Pirelli, gli Stati Generali del Volontariato di protezione civile della Lombardia. Presenti Roberto Giarola, del Dipartimento nazionale della protezione civile e il direttore generale dell'Assessorato Franco Cristalli.

"In questi quattro anni da assessore alla Protezione civile - ha sottolineato Bordonali - ho imparato molto da voi e credo anche che al mondo del
volontariato, particolare quale quello della protezione civile servano regole nuove e piu' adeguate". "Abbiamo atteso l'esito del referendum costituzionale - ha continuato - per celebrare gli Stati Generali del Volontariato di protezione civile, certi che questa competenza resta, diciamo fortunatamente, in capo alla Regione".

"La Lombardia - ha rimarcato l'assessore Bordonali - e' la regione leader per la protezione civile e questo grazie all'impegno dell'Assessorato, ma soprattutto a voi volontari, sempre pronti, disponibili e ogni volta pronti a migliorare la vostra preparazione". "Siete qui agli Stati Generali in 350 - ha aggiunto -, ma siete l'espressione dei CCV e quindi dei territori che, tramite vostro, formuleranno quelle proposte che, come Regione, tradurremo nel nuovo quadro organizzativo e normativo, aggiornando, con voi, la legge del 2004".

"Il lavoro a gruppi che avete scelto di fare e' fondamentale - ha detto l'assessore - e conferma, ancora una volta, la vostra dedizione alla sicurezza dei cittadini e del territorio, non solo quello lombardo, come hanno dimostrato anche i recenti interventi per gli eventi sismici". "A voi chiedo - ha proseguito - di sottolineare il tanto di bello della nostra protezione civile e di aiutarci a migliorare quelle pochissime cose che ancora non funzionano". "Avremmo potuto disegnare il futuro - ha rimarcato - con la Consulta del Volontariato, ma abbiamo preferito che foste voi, in prima persona, in un'occasione che ho fortemente voluto, a definire il vostro quadro di riferimento, a cominciare dalle norme e dalla formazione".

"Voi sapete - ha detto ai volontari l'assessore - che servono prevenzione e preparazione, ma anche disponibilita'. Quello che avete dimostrato durante Expo, 'The Floating Piers' e ancora dimostrerete, a fine marzo, in occasione della visita di papa Francesco a Milano. Il tutto senza dimenticare quante avreste voluto fare anche in piu' per le popolazioni terremotate ma, per organizzazione nazionale, non avete potuto fare".

"Siete un'autentica eccellenza lombarda - ha concluso l'assessore Bordonali - e qui siete chiamati a scrivere il vostro futuro, che sara' quello che, per i prossimi vent'anni, garantira' i cittadini lombardi e il loro territorio da ogni minaccia".


Necrologie