Scandalo sesso con minori: nuova tappa

Scandalo sesso con minori: nuova tappa
27 Aprile 2016 ore 09:58

Nuovo step dello scandalo prostituzione minorile che negli ultimi tempi ha scosso non poco Brescia e dintorni. La Procura di Brescia ha infatti chiuso le indagini per uno dei numerosi fascioli inerenti l’inchiesta. Nessun caso di archiviazione tra i dodici indagati che hanno iniziato a fornire dettagli e prezzistiche riguardo gli irriverenti rapporti.

Dopo che Claudio Tonoli, definito dei media “l’untore di Montichiari”, aveva scoperchiato alcuni mesi fa il vaso di Pandora della prostituzione minorile, con l’aggravante della trasmissione di malattie sessualmente trasmissibili, come l’Aids, la Procura non ha fatto altro che dare seguito alle indagini e portare alla luce il maxi-scandalo, in cui risultano indagate figure di spicco della comunità sociale come un allenatore, un conduttore televisivo e un noto parroco bergamasco.

Tra le cifre di maggior ridondanza nello svolgersi degli indagini ci sono i “classici” 50€ a rapporto, una cifra che ben testimonia il disagio di due generazioni a confronto. Tra i leit-motif anche la convinzione che i ragazzi coinvolti fossero maggiorenni, una scusa che di certo non scagiona, mentre proseguono le indagini.


Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia