Ambiente

San Gervasio moria di pesci nella roggia

La causa l'ennesimo sversamento di liquidi biancastri

San Gervasio moria di pesci nella roggia
Bassa, 02 Giugno 2020 ore 11:05

E’ accaduto ieri pomeriggio in via Cicogne

San Gervasio moria di pesci nella roggia

Un episodio simile era accaduto pochi giorni fa quando sempre a causa di uno sversamento le autorità competenti avevano prelevato dei campioni che sono tuttora in corso di analisi e i cui risultati arriveranno nei prossimi giorni.

Ieri è accaduto di nuovo uno sversamento (che pare si sia ripetuto in tre momenti diversi del pomeriggio). La sostanza biancastra che si è insinuata nelle acque e sul fondo del Lusignolo non ha lasciato scampo alla restante fauna ittica, sopravvissuta precedentemente, che era stata seminata e che si stava riproducendo anche grazie al costante monitoraggio della qualità dell’acqua.

Ad accorgersi di quanto stava accadendo, nel tratto sito di fronte all’asilo, sono stati dei cittadini che hanno a cuore quella roggia e l’ambiente in cui vivono. Proprio loro, insieme a un concittadino (guardia ecologica volontaria che ieri non era in servizio), hanno dato l’allarme alla Polizia Locale sotto il comando di Nicola Caraffini.

Gli agenti intervenuti sul posto hanno avviato le procedure per aggiornare, con nuova documentazione, le informative già consegnate nei giorni scorsi all’autorità giudiziaria. Saranno gli esiti delle prime analisi e le indagini in corso a risalire all’autore o agli autori di questi fenomeni.

A San Gervasio forte è l’amarezza per quanto accaduto, tanto da sconfortare i volontari che si prendono cura del corso d’acqua a continuare le proprie attività, stanchi di vederle vanificate da tali eventi. Lusignolo è una roggia molto importante il territorio sangervasino e non; attraversa una delle dieci foreste di pianura ricreate da Regione Lombardia.

 

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità
ANCI Lombardia