Salta il posto di blocco ma accusa i vigili

Salta il posto di blocco ma accusa i vigili
Cronaca 27 Marzo 2017 ore 12:08

Frattura scomposta del naso, frattura delle costole, emorragia all’occhio sinistro, ecchimosi palpebra inferiore.

Questo il referto emesso dal Pronto soccorso della Poliambulanza di Brescia eseguito su un 36enne di Salò, gestore di un bar che ha denunciato  di essere stato vittima degli agenti della locale di Salò. 

I fatti risalgono a venerdì 24 marzo. C.R era alla guida di una Fiat quando, è stato fermato al posto di blocco nel centro di Salò. Dopo il primo tentativo di fuga, rischiando anche di investire uno degli agenti,  il 36enne ha continuato la guida con manovre rischiose e oltrepassando diversi incroci semaforici con il rosso, in direzione Cunettone. Per fortuna senza provocare collisioni con altri ignari automobilisti.

Una volta bloccato, l’uomo avrebbe opposto  resistenza, causando diverse lesioni ai militari intervenuti nell’inseguimento.

La testimonianza dell’automobilista però non corrisponde a quanto riportato in seguito nel resoconto fatto dagli agenti. Secondo l’uomo, invalido civile all’80% per un disturbo neurologico che ha effetti sul comportamento, avrebbe dichiarato di essere stato massacrato quasi senza ragione.

Il 10 maggio sarà a processo al Tribunale di Brescia. Per ora è stato di fermo, ma alla ricerca di testimoni che possano confermare la sua versione dei fatti.


Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità