Cordoglio

Salò, lutto per la scomparsa del dottor Felice Mangeri

Chi lo ha conosciuto lo ricorda come un medico con la "M" maiuscola oltre ad essere una persona estremamente solare.

Salò, lutto per la scomparsa del dottor Felice Mangeri
Garda, 10 Agosto 2020 ore 13:33

Si è spento ieri (domenica) all’età di 60 anni il dottor Felice Mangeri, stimato medico e persona solare.

Il ricordo di chi lo ha conosciuto

Sono numerosi i messaggi di cordoglio giunti nelle ultime ore, molti coloro che hanno voluto esprimere la loro vicinanza alla famiglia e inviare il proprio personale saluto allo stimato medico. Chi lo ha conosciuto nel corso della propria esistenza lo ricorda come un uomo dedito e appassionato al suo lavoro, è stato definito «un medico con la “M” maiuscola», sempre pronto ad aiutare gli altri, in prima linea nella lotta contro il diabete. Una persona solare, di una solarità contagiosa con la quale aiutava anche i suoi pazienti, consapevole che un medico sia chiamato a curare si il corpo ma anche lo spirito.

Chi era Felice Mangeri?

Fin da adolescente è attratto per le discipline medico-scientifiche e sospinto dalla volontà di aiutare le persone nel proprio percorso di salute. Dopo il diploma di maturità scientifica consegue, nel 1987, la laurea in Medicina e Chirurgia, specializzandosi successivamente in Medicina Interna ed Endocrinologia e Malattie del Metabolismo. Nel 2005 decide di integrare ulteriormente i propri studi, ottenendo un’altra laurea in Psicologiche della Personalità e delle Relazioni Interpersonali e due master in Professional training nei disturbi dell’alimentazione e del peso all’A.I.D.A.P. di Verona, di cui è membro eletto nel Consiglio Direttivo, e in Lifestyle Trainer  all’Università degli Studi di Bologna.

Tra le sue grandi passioni la storia dell’arte, in particolare italiana rinascimentale e barocca, e i viaggi, che svolgeva per lavoro e per diletto. Oltre all’italiano parlava cinque lingue, , e questo gli ha conferito un grande vantaggio nella partecipazione a corsi e congressi nazionali e internazionali, per perfezionare le sue conoscenze nel campo delle malattie metaboliche, endocrinologiche ed internistiche, in particolare sull’obesità e malattie correlate e sui disturbi dell’alimentazione.
Dal 1991 ha lavorato come Assistente Medico in diverse strutture ospedaliere, fin quando, nel 1995, ha acquisito la qualifica di Dirigente Medico di primo livello, Responsabile dell’Unità Operativa di Diabetologia e Endocrinologia dell’Ospedale di Gavardo.

La dedizione al lavoro e alla salute dell’individuo lo hanno portato a concentrare molte delle sue conoscenze all’attenzione del soggetto affetto da diabete. Pone l’educazione terapeutica al centro del processo di cura della persona con diabete e la coinvolge in percorsi di formazione e terapia sia intra che extra-ospedalieri. Vedeva nel ballo un alleato importante per il mantenimento della salute delle persone e, in seguito alla partecipazione allo studio scientifico “B.A.L.L.A.N.D.O.”, in collaborazione con l’Università degli Studi di Bologna, ha fondato Diabetes Got Talent:  sessioni di ballo di gruppo a simposi educazionali per persone con diabete e/o obesità attività che suscita interesse sia in Italia che all’estero e che gli è valsa l’invito a numerosi seminari per esporla e reiterarla.

I funerali

I funerali si svolgeranno domani (martedì) alle 16 in Duomo a Salò partendo dalla domus funeraria Rodella di via Bezzecca 10 dove riposa. A piangerlo la moglie Letizia e i figli Andrea, Anna ed Antonio, la mamma Jolanda, le sorelle Selenite e Rosaria.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia