Cronaca

Ruba l'auto a un conoscente e si schianta

Autore del furto un 32enne straniero, che forse aveva bevuto troppo.

Ruba l'auto a un conoscente e si schianta
Cronaca Bassa, 12 Settembre 2018 ore 10:02

L'episodio è avvenuto lunedì a Leno.

L'uomo forse in stato di ebrezza

Un'auto dopo una breve corsa si è ribaltata su un fianco dopo aver impattato una seconda automobile parcheggiata. Dal rumore causato dal sinistro in strada sono accorsi dei residenti per prestare soccorso al conducente e tra loro c'è stato chi ha chiamato i Carabinieri.

Giunto sul posto un equipaggio del Nucleo Operativo e Radiomobile hanno appreso che l’autovettura rimasta coinvolta in un sinistro stradale era stata rubata. Al volante un 32enne pakistano, in regola con la posizione di soggiorno.

La ricostruzione dei fatti

Secondo la ricostruzione il giovane, mentre passava a piedi per la via in stato di alterazione psicofisica da verosimile abuso di alcol, non ha resistito alla tentazione di rubare l'auto ad un 47enne indiano residente della zona, peraltro suo conoscente, che aveva lasciato momentaneamente il mezzo in sosta con le chiavi inserite nel cruscotto.

La dinamica

Percorse poche decine di metri al termine di un giro nell’isolato, il giovane pakistano ha perso il controllo dell’auto andando ad impattare violentemente contro un’altra autovettura in sosta per poi finire la corsa contro un albero.

Aiutato dai presenti che hanno prestato al 32enne i primi soccorsi è riuscito ad uscire dall’autovettura che si era pure ribaltata, senza lamentare apparenti lesioni. Preso in consegna dai Carabinieri, è stato accompagnato presso l’ospedale di Manerbio, dove inizialmente ha rifiutato le cure mediche. Preso da un malore è stato trattenuto in osservazione nel nosocomio manerbiese.

Le conseguenze

L’uomo è stato quindi deferito in stato di libertà per furto.

All’esito delle analisi medico legali sul sangue, sarà valutata anche la sua posizione circa l’eventuale guida in stato di alterazione. L’autovettura, gravemente danneggiata, è stata restituita al proprietario.

Necrologie