non c'è stato nulla da fare

Ritrovato nelle acque del Garda il corpo senza vita di un windsurfista di Salò

Tragedia nelle acque del Benaco. Il 59enne non era rientrato dopo essere uscito con la sua tavola per praticare attività sportiva. I famigliari e gli amici, preoccupati, avevano lanciato l'allarme.

Ritrovato nelle acque del Garda il corpo senza vita di un windsurfista di Salò
Cronaca Garda, 14 Agosto 2021 ore 17:22

È stato ritrovato dall’elicottero dei Vigili del Fuoco di Bologna, attivato dalla Sala Operativa dei Vigili del fuoco di Brescia, il corpo di un windsurfista il cui mancato rientro era stato segnalato telefonicamente dalla moglie e da alcuni amici alla Sala Operativa della Guardia Costiera del Lago di Garda, che si era subito attivata per le ricerche. Impiegati e coordinati nelle attività SAR da quest’ultima quattro mezzi navali, due della Guardia Costiera e due dei Vigili del Fuoco, ed un elicottero dei Vigili del Fuoco.

Ritrovato nel Garda il corpo senza vita di un windsurfista di Salò

Le ricerche sono partite alle 14 circa nello specchio d'acqua di fronte a Gargnano. Nell’area infatti era stata segnalata da un diportista di passaggio, e poi recuperata dai soccorritori della Guardia Costiera, una tavola da surf corrispondente a quella dello sportivo disperso. Poco dopo l’elicottero dei Vigili del Fuoco, impegnato nella zona del lago di Garda compresa tra i Comuni di Maderno, Torri del Benaco, Malcesine e Tremosine, ha individuato un corpo che galleggiava al centro della medesima area di ricerca assegnata.

Dal velivolo si sono immediatamente lanciati due soccorritori dei Vigili del Fuoco, i quali hanno raggiunto il corpo ormai esanime, mentre la Sala Operativa della Guardia Costiera ha fatto convergere sul punto di ritrovamento una motovedetta della GC ed un gommone dei VVF, che erano impegnati poco distante per le ricerche. Recuperato a bordo della motovedetta CP 605, quest’ultima si è diretta verso il vicino porto di Bogliaco, ove la Sala Operativa della Guardia Costiera aveva fatto convergere anche un’autoambulanza del 118 e una pattuglia dei Carabinieri della locale stazione di Gargnano.

3 foto Sfoglia la gallery

Constatata da parte del medico del 118 la morte del windsurfista, la salma, su disposizione del pubblico ministero di turno, è stata messa a disposizione dei familiari giunti sul posto. G.A., 59 anni e residente a Salò era un esperto windsurfista e oggi, come in altre occasioni, era uscito dalla località “Pra della Fam” del Comune di Tignale per praticare attività sportiva nelle acque dell’alto lago.

Necrologie