Ritrovamento

Rinvenuto il corpo senza vita di un sommozzatore a Tremosine del Garda

A dare l'allarme la madre del 45enne poi trovato a 162 metri di profondità nelle acque non lontano da Limone.

Rinvenuto il corpo senza vita di un sommozzatore a Tremosine del Garda
Cronaca Garda, 23 Giugno 2020 ore 08:56
Un nuovo tragico evento che vede un altro sommozzatore polacco perdere la vita inghiottito dalle acque del Garda.

Il sommozzatore polacco è Andreas Miroslaw Stasiak

Il Nucleo Sommozzatori del Gruppo Volontari del Garda ieri (lunedì) è stato chiamato nel tardo pomeriggio per dar corso alle ricerche di un sommozzatore (Andreas Miroslaw Stasiak) disperso durante un'immersione presso un tratto della Gardesana in Comune di Tremosine.
A seguito delle indicazioni ottenute dai testimoni presenti l'imbarcazione Volga2026, specializzata nella ricerca subacquea strumentale ha stabilito il campo di ricerca ed ha calato il robot subacqueo (ROV) lungo la ripida parete dove il sub si era immerso. Alle  20.10, ad una profondità di 162 metri, è stato individuato il corpo senza vita del subacqueo che, sempre tramite il ROV (dotato di pinza manipolatrice) è stato agganciato e tratto in superficie. Su indicazioni delle Istituzioni presenti, il corpo è stato quindi trasportato presso il porto di Campione. Le operazioni si sono concluse alle ore 22.

Nel luglio 2019 aveva perso la vita un altro sub polacco

L'uomo, 45 anni, era arrivato in territorio lacustre con la madre. Proprio lei, non vendendolo riemergere, ha lanciato l'allarme. Un periodo, questo, che sembra davvero segnato dal destino per i sub polacchi:
nel luglio dello scorso anno, infatti, dalle acque di Tignale era stato trovato il corpo di un altro sub polacco Sebastian Marczewski, che voleva battere il record mondiale.
Necrologie