Cronaca
coccaglio

Rifiuti abbandonati: beccato un imprenditore edile

Il proprietario dei rifiuti, dopo aver confermato la provenienza degli stessi, sarà coinvolto in un procedimento penale e rischia una ammenda che può arrivare fino a 26mila euro.

Rifiuti abbandonati: beccato un imprenditore edile
Cronaca Sebino e Franciacorta, 24 Febbraio 2022 ore 17:46

Le campagne tra Coccaglio e Cologne sono diventate il luogo "preferito" dagli abbandonatori di rifiuti. Dopo le denunce scattate a seguito di un’indagine condotta per uno sversamento di materiali edili su un terreno agricolo nei pressi di via Peschiera a Cologne, la Polizia Locale del Monte Orfano, guidata dal comandante Luca Leone, ha proseguito l’attività di controllo del territorio per contrastare il fenomeno dell’abbandono incontrollato, mettendo nel sacco un altro "furbetto".

Rifiuti abbandonati: beccato un imprenditore edile

Dopo aver individuato tramite l’ausilio dei droni in dotazione al Comando diversi sacchi di materiale proveniente da un cantiere, lasciati in un’area verde nei pressi della ferrovia di Coccaglio, gli agenti hanno sviluppato un’indagine ambientale che ha permesso di risalire al responsabile. A finire nei guai è stato un imprenditore edile di Pavone Mella, che ha scaricato gli scarti di lavorazione a ridosso della linea ferroviaria Milano-Venezia.

Gli agenti si sono immediatamente attivati per le indagini e hanno accertato che sul terreno aperto al pubblico erano stati depositati diversi materiali da lavorazione edile, tra i quali una moltitudine di sacchi in plastica, involucri di confezionamento e blocchi di polistirene (utilizzato per il "cappotto" delle case), cavi elettrici, tubi flessibili per gli impianti, sacchetti di cemento e molto altro. Per scongiurare la contaminazione del sito sono in corso accertamenti da parte dell’Arpa.

Dall’analisi degli scarti, gli agenti sono risaliti all’origine dei rifiuti, che provenivano da una ditta di Pavone Mella che si occupa di costruzioni e rivestimenti per abitazioni. In particolare, il materiale trovato a Coccaglio arrivava da un cantiere di Alfianello, aperto per un intervento nell’ambito del Super bonus del 110%.

"Grazie alla capacità degli agenti che sono intervenuti nei rilievi e a seguito di alcuni controlli incrociati, siamo riusciti a risalire al proprietario dei rifiuti abbandonati - ha commentato il comandante Leone - Un fenomeno, quello dell’abbandono di rifiuti da parte di aziende operanti nel campo dell’edilizia, che negli ultimi mesi si è rilevato in crescita. Solo il mese scorso sono state denunciate dal Comando quattro persone collegate a ditte del settore dell’edilizia per essersi rese responsabili di abbandoni di rifiuti sul territorio di Cologne. La Polizia Locale del Monte Orfano si impegnerà costantemente per garantire la tutela del territorio e dell’ambiente, obiettivo primario condiviso anche con la parte politica dei Comuni associati".

Il proprietario dei rifiuti, dopo aver confermato la provenienza degli stessi, sarà coinvolto in un procedimento penale e rischia una ammenda che può arrivare fino a 26mila euro. E’ in corso anche la notifica dell’ordinanza emessa dal sindaco di Coccaglio per l’obbligo di bonifica del sito.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie