importante

Rientro dalla Gran Bretagna: c’è l’obbligo di comunicarlo all’Ats

Anche senza la presenta di sintomi è necessario comunicare con Ats.

Rientro dalla Gran Bretagna: c’è l’obbligo di comunicarlo all’Ats
Cronaca Brescia, 21 Dicembre 2020 ore 11:30

Ai fini del contenimento dell’emergenza sanitaria in corso, si ritiene necessario informare – con richiesta di darne massima diffusione – che dal 20 dicembre 2020 al 6 gennaio 2021 è interdetto il traffico aereo dal Regno Unito di Gran Bretagna e dall’Irlanda del Nord e intervengono per questi paesi nuove disposizioni.

Rientro dalla Gran Bretagna: c’è l’obbligo di comunicarlo all’Ats

A seguito dell’Ordinanza ministeriale emanata il 20 dicembre 2020 sono: vietati l’ingresso e il transito nel territorio nazionale alle persone che nei quattordici giorni antecedenti alla data dell’ordinanza hanno soggiornato o transitato nel Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del nord. Le persone che si trovano nel territorio nazionale e che nei quattordici giorni antecedenti all’ordinanza hanno soggiornato o transitato nel Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord, anche se asintomatiche, sono obbligate a comunicare immediatamente l’avvenuto ingresso nel territorio nazionale al Dipartimento di prevenzione dell’ATS competente per territorio che organizzerà l’esecuzione del test molecolare da effettuarsi per mezzo di tampone.

Per i cittadini di Ats Brescia la comunicazione al Dipartimento di Prevenzione va effettuata utilizzando il modulo di autodichiarazione presente al seguente link https://www.ats-brescia.it/rientri-dall-estero.

Mutazione del Coronavirus

Lo stop ai voli dalla Gran Bretagna, è stato deciso ieri, domenica 20 dicembre, traminte un’ordinanza firmata dal ministro della Salute Roberto Speranza. Alla base della decisione c’è la nuova variante del coronavirus, sarebbe in vigore dalla mezzanotte di oggi al 6 gennaio.

“Ho firmato una nuova ordinanza che blocca i voli in partenza dalla Gran Bretagna e vieta l’ingresso in Italia di chi negli ultimi 14 giorni vi è transitato. Chiunque si trovi già in Italia, in provenienza da quel territorio, è tenuto a sottoporsi a tampone antigenico o molecolare contattando i dipartimenti di prevenzione. La variante del Covid, da poco scoperta a Londra, è preoccupante e dovrà essere approfondita dai nostri scienziati. Nel frattempo scegliamo la strada della massima prudenza.”, ha annunciato Speranza con un post su Facebook.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità